L’Istituto Clinico Sant’Ambrogio al fianco dell’ASST Santi Carlo e Paolo nella gestione delle emergenze cardiologiche

L’Istituto Clinico Sant’Ambrogio si schiera al fianco dell’ASST Santi Carlo e Paolo, struttura ospedaliera individuata dalla delibera regionale per l'emergenza da Covid - 19 come Hub per le emergenze cardiologiche interventistiche

MeteoWeb

L’Istituto Clinico Sant’Ambrogio si schiera al fianco dell’ASST Santi Carlo e Paolo, struttura ospedaliera individuata dalla delibera regionale per l’emergenza da Covid – 19 come Hub per le emergenze cardiologiche interventistiche.

Da oggi due équipe di emodinamisti e infermieri specializzati dell’unità operativa dell’Istituto Clinico Sant’Ambrogio – diretta dal dottor Maurizio Tespili – metteranno la loro esperienza a sostegno dei colleghi dell’ASST Santi Carlo e Paolo. Sia nel turno di giorno sia in quello di notte, contribuiranno alla gestione delle emergenze cardiologiche, garantendo cure efficienti e tempestive a un bacino potenziale di 400mila abitanti.

L’Istituto Clinico Sant’Ambrogio è centro di eccellenza a livello italiano per la cardiologia interventistica: il dipartimento cardiovascolare/cardiotoracico della struttura si avvale di un heart team con più di cinquanta medici specialisti nell’ambito della cardiochirurgia, dell’elettrofisiologia, della chirurgia vascolare e toracica, che si prendono cura annualmente di oltre 3.000 pazienti.

“Ritengo che la collaborazione tra le due strutture ospedaliere rappresenti un esempio importante della capacità del nostro sistema sanitario regionale di fare squadra e rete tra strutture pubbliche e private accreditate nel bene di tutti i cittadini, obiettivo in cui crediamo particolarmente in questo momento” afferma il dottor Francesco Galli, AD dell’Istituto Clinico Sant’Ambrogio.

Contestualmente, l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio sarà impegnato in prima linea e direttamente anche sul fronte Covid – 19, con un piano di degenza ordinaria riconvertito in Covid e 7 posti letto dedicati in terapia intensiva.