Una pantera nelle campagne del Sannio, paura in Campania: potrebbe essere la stessa avvistata in Puglia e Molise

Sembra proprio che l’animale che nelle scorse settimane aveva seminato il panico tra gli agricoltori di Puglia e Molise ora si sia spostato in Campania

MeteoWeb

Mentre il coronavirus si estende anche verso sud, c’è un altro problema che tiene con il fiato sospeso Puglia, Molise e Campania: una pantera. Sembra proprio che l’animale che nelle scorse settimane aveva seminato il panico tra gli agricoltori di Puglia e Molise ora si sia spostato in Campania. Il grosso felino sarebbe stato avvistato a fine febbraio da un uomo in contrada Sant’Angelo, nelle campagne del Sannio, nel Beneventano. L’uomo avrebbe anche filmato l’animale in lontananza. “All’inizio sembrava un cinghiale”, riporta il quotidiano campano Il Mattino, “ma poi ho capito che si trattava di qualcos’altro”. Dalle movenze e dalle grosse dimensioni sembrerebbe essere proprio una pantera.

Le forze dell’ordine sono arrivate per un sopralluogo dopo la segnalazione. Il video sarebbe in mano alla polizia municipale e ai carabinieri, che stanno cercando di fare luce sulla situazione che desta non poca preoccupazione.

La pantera a metà febbraio avrebbe frequentato le campagne molisane tra Limosano e Duronia, secondo quanto confermato dal sindaco di Limosano, Angela Amoroso. Se fosse lo stesso animale, dovrebbe essere anche quello che a gennaio si aggirava nelle campagne di San Severo, in Puglia. A Limosano, sarebbero state trovate orme compatibili con una pantera e ci sono le testimonianze di due agricoltori, padre e figlio.