Violenta scossa di terremoto negli USA, trema la terra intorno a Salt Lake City: panico per milioni di persone [MAPPE, DATI e VIDEO]

Una violenta scossa di terremoto si è verificata pochi minuti fa negli Stati Uniti nei pressi di Salt Lake City, capitale dello Utah con oltre 1 milione e 200.000 abitanti

/
MeteoWeb

Una violenta scossa di terremoto si è verificata pochi minuti fa negli Stati Uniti. Il sisma si è verificato alle 07:09 ora locale (le 14:09 italiane) nei pressi di Salt Lake City, capitale dello Utah con oltre 1 milione e 200.000 abitanti, ed ha avuto magnitudo 5.7 e profondità di 10,1km. Salt Lake City si trova all’interno di una metropoli più grande, nota come Salt Lake City–Ogden–Provo Combined Statistical Area, un corridoio di sviluppo urbano e suburbano che si estende per 120km con una popolazione di oltre 2 milioni e 600 mila abitanti. Secondo quanto riportato dall’U.S. Geological Survey, 2 milioni e 760 mila persone hanno avvertito la scossa.  Alcuni residenti hanno dichiarato di aver sentito la scossa fino all’Idaho e alla California. Sono state avvertite diverse repliche dopo la scossa principale: almeno 6 nei 20 minuti successivi alla prima scossa, secondo l’USGS. Alcune hanno raggiunto magnitudo 3.9.

La maggior parte dei residenti ha sentito le proprie case tremare per 10-15 secondi (vedi video in fondo all’articolo). In seguito alla scossa di terremoto, in alcune case è saltata la corrente elettrica e il sistema della metropolitana leggera è stato interrotto. Sono state chiuse tutte le scuole del Weber School District mentre le autorità stanno valutando i danni provocati dalla scossa.

Si tratta del terremoto più forte nell’area dal 1992 secondo l’Utah Emergency Management. Allora un terremoto di magnitudo 5.9 ha colpito Saint George. Generalmente nell’Utah, i terremoti con magnitudo maggiore di 5 si verificano una volta ogni 10 anni e le scosse con magnitudo superiore a 6 si verificano una volta ogni 50 anni, riporta l’USGS.

Il terremoto non è stato sicuramente d’aiuto in tempo di lockdown e quarantena a causa dell’emergenza Coronavirus che ormai si sta diffondendo ampiamente anche negli Stati Uniti. Nelle ultime ore, il Paese ha registrato una brusca impennata di casi: il numero di contagi di Coronavirus negli USA ha superato la soglia dei 6.000 pazienti positivi, col bilancio delle vittime che sale a 118. Il Coronavirus ha ormai colpito tutti i 50 Stati americani, oltre alla capitale federale Washington D.C.

https://www.youtube.com/watch?v=R3cXRTaLaqE&feature=share