Coronavirus, in Europa oltre un milione di contagi e 100mila morti: in Francia calano decessi e ricoveri, in Iran riaprono i centri commerciali

L’Europa si conferma epicentro della pandemia di coronavirus con oltre un milione di casi e oltre 100 mila morti: le ultime notizie dall'estero

MeteoWeb

L’Europa si conferma epicentro della pandemia di coronavirus. Il Centro europeo per il controllo delle malattia ha fatto sapere che in Europa il numero di casi confermati di contagio è salito a oltre un milione, mentre i morti sono oltre 100mila. Secondo il bilancio pubblicato sul sito web dell’istituto, la Spagna ha il maggior numero di casi nella regione (191.726), seguito da Italia, Germania, Regno Unito e Francia. Il maggior numero di morti legati al Covid-19 è invece in Italia, con oltre 23.000 decessi; seguono Spagna, Francia, Regno Unito e Belgio. Secondo i dati, l’Europa conta circa la metà dei casi registrati al mondo e oltre la metà dei decessi.

Sono 19.718 i morti in Francia per Coronavirus dall’inizio dell’epidemia, tra ospedali, case di riposo e istituti per disabili. Secondo il direttore generale della Sanita’, Jerome Salomon, i decessi nelle ultime 24 ore sono stati 395, un numero in forte ribasso rispetto agli ultimi giorni. Continua il trend positivo ormai da oltre 10 giorni per i pazienti in rianimazione, che oggi sono 5.744. Diminuiti anche i ricoverati complessivi, 30.610 in totale.

portogalloAnche il Portogallo ha superato quota 20 mila contagi da coronavirus. Il Portogallo ha registrato nelle ultime 24 ore 714 morti per Covid-19 -27 in piu’ rispetto a ieri- e il numero di positivi e’ aumentato del 2,6%, a 20.206 persone. La regione piu’ colpita continua ad essere il Portogallo settentrionale, dove si trovano il 60% dei contagiati e il 57% di quelli che sono morti. In attesa del vaccino contro il coronavirus, il governo portoghese ha comunque preparato una strategia in modo che dal 2 maggio, quando lo stato di emergenza termina, l’attivita’ del Paese riprendera’ gradualmente. Il primo ministro Antonio Costa ha annunciato ieri che l’obiettivo e’ “riattivare senza perdere il controllo”, perche’ “il virus non va in letargo in estate”.

Il Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie di San Marino rende noto l’aggiornamento dei dati sull’infezione da nuovo coronavirus COVID-19. Ad oggi i casi complessivi rilevati ad oggi di persone positive al tampone sono 461 (conteggio dal 27 febbraio). I casi attualmente positivi in cura e sotto osservazione sono 362; i deceduti 39; i guariti 60. L’aggiornamento riferito alla giornata di ieri (18 Aprile) evidenzia 6 nuovi positivi, 0 deceduti, 0 guariti. Tra le persone positive, 16 sono ricoverate all’Ospedale di San Marino, di cui 4 in Rianimazione (1 femmina e 3 maschi); 12 nelle degenze di isolamento (6 femmine e 6 maschi). Sono invece 346 le persone positive al tampone in isolamento al proprio domicilio (186 femmine e 160 maschi). Dimessi dall’Ospedale per migliorate condizioni (clinicamente guariti) sono in totale 120. Sono 632 le quarantene domiciliari adottate sui contatti stretti (566 laici, 58 sanitari, 8 Forze dell’Ordine); 941 le quarantene terminate. Totale quarantene attivate dall’inizio dell’epidemia: 1.573. Il totale dei tamponi effettuati e’ di 1.711; 29 sono i tamponi refertati nella giornata di ieri.

Nelle ultime 24 ore Malta ha registrato solo un caso positivo di COVID-19 ore, mentre piu’ pazienti stanno recuperando dal virus. Lo ha confermato il sovrintendente della Sanita’ pubblica, Charmaine Gauci. Riferendosi al numero di casi positivi segnalati durante questi ultimi giorni, il primo ministro maltese Robert Abela ha affermato che il governo e’ cauto ma ottimista sulla revoca di alcune misure precauzionali. Ma Gauci ha dichiarato che non e’ ancora il momento giusto per revocare certe misure. Ha aggiunto che una volta che le autorita’ annunciaranno tali decisioni, queste saranno seguite da uno stretto controllo. Altre 19 persone hanno recuperato dal coronavirus ma rimarranno in quarantena; 14 uomini e 5 donne. Il nuovo caso positivo di oggi e’ quello di una serba di 29 anni che vive e lavora a Malta. Un totale di 118 persone ha recuperato finora dal virus. I casi attivi sono 306 casi attivi. Nel centro per migranti di Hal Far i positivi sono 35.

iran“In Iran, dal 20 aprile, possono riaprire i centri commerciali coperti, considerate attivita’ a medio rischio”. Lo ha annunciato il presidente Hassan Rouhani precisando che “stadi, ristoranti e caffetterie, ritenute attivita’ ad alto rischio rimarranno chiusi fino a nuovo avviso”. “I santuari e le moschee – ha puntualizzato Rouhani – rimarranno chiusi fino al 4 maggio nel mese di digiuno del Ramadan e poi il governo decidera’ se prolungare il tempo o meno”. Il presidente ha anche annunciato che il rilascio temporaneo di detenuti che avrebbe dovuto concludersi oggi continuera’ invece fino al 20 maggio prossimo.

Il ministro della Salute turco, Fahrettin Koca, ha chiesto con un tweet ai cittadini turchi di “non cedere al richiamo della primavera” e rimanere in casa, per poi aggiornare il bilancio dell’epidemia di Coronavirus in Turchia, giunto a 2.017 morti, 127 dei quali nelle ultime 24 ore. Nonostante una leggera flessione negli ultimi giorni continuano a crescere i contagi, ormai 85.306 in tutto, dopo i 3.977 nuovi casi scoperti nelle ultime 24 ore; numeri che denotano una certa stabilita’ nella diffusione del virus in Turchia.

I decessi da Covid-19 in Canada sono aumentati del 12 per cento nelle ultime 24 ore, attestandosi a 1.506. Lo rendono noto le autorita’ sanitarie, secondo cui il numero complessivo di contagi accertati e’ salito a 33.922, rispetto ai 32.412 registrati sabato. Questa settimana Canada e Stati Uniti hanno concordato di prolungare la chiusura del confine tra i due paesi ai viaggi non essenziali per un altro mese.

Nelle ultime 24 ore il Brasile ha registrato 211 nuovi morti a seguito di contagio del nuovo Coronavirus, che portano il totale a 2.347. Lo ha fatto sapere il ministero della Salute, citato dai media brasiliani. I nuovi casi registrati sono 2.917, che portano il totale delle persone infettate a 36.599. Il tasso di mortalità è al 6,4%, invariato rispetto al giorni precedente.

La Colombia ha registrato 182 nuovi casi di contagio da Covid-19 nelle ultime 24 ore, che portano il totale dei casi a 3.621. Lo rende noto il ministero della Salute. La maggior parte dei nuovi contagi (86) e’ stata registrata nella capitale Bogota’. Il numero dei decessi e’ salito a 166. Il governo della Colombia ha annunciato aperture controllate e graduali a partire dal 27 aprile, temine in cui e’ prevista la fine della quarantena obbligatoria proclamata per contenere la diffusione del nuovo coronavirus.

Il Cile ha registrato 358 nuovi contagi da Covid-19 e sette decessi nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto la sottosegretaria alla salute, Paula Daza, secondo quanto riferisce il quotidiano “La Tercera”. Il dato porta a 10.088 il numero complessivo dei contagi confermati nel paese e a 133 il numero dei decessi. Il Cile ha adottato un sistema di quarantena parziale per contenere la diffusione della pandemia del nuovo coronavirus. Si tratta di un sistema che in base all’andamento dei contagi istituisce le misure di isolamento solo su zone specifiche del territorio.