Coronavirus, l’Italia supera il milione di tamponi: la situazione nel mondo e i modelli Australia, Corea del Sud, UAE e Russia

Coronavirus, la tabella con tutti i dati sui tamponi e il rapporto tra tamponi e casi positivi

MeteoWeb

Oggi l’Italia ha superato il milione di tamponi effettuati per diagnosticare il Coronavirus: con 16,7 test per ogni milione di abitanti, è uno dei Paesi che ne ha effettuati di più al mondo anche se Stati Uniti d’America (quasi 3 milioni), Germania (poco meno di un milione e mezzo) e Russia (abbondantemente più di un milione) ne hanno fatti di più, e poi ci sono gli Emirati Arabi Uniti (650 mila) e la Svizzera (193 mila) che sono quelli che ne hanno fatti in assoluto di più rispetto alla loro popolazione.

Ma il dato più importante è la percentuale di persone positive sui tamponi effettuati: la performance peggiore è quella della Spagna, dove a fronte di 355 mila tamponi, quasi il 50% dei test effettuati è risultato positivo, a testimonianza che i contagiati sono molti ma molti di più rispetto a quelli documentati. Anche Francia (39%), Regno Unito (24%), USA (20%) e la stessa Italia (al 15% come la Turchia) hanno un elevato rapporto di positivi rispetto ai tamponi effettuati. I Paesi più virtuosi, che quindi hanno fatto più controlli rispetto al dilagare dell’epidemia, sono Corea del Sud, Australia, Russia ed Emirati Arabi Uniti, dove i contagiati sono meno del 2% rispetto ai controlli effettuati. Significa che i Governi di quei Paesi hanno disposto controlli preventivi senza aspettare che l’epidemia dilagasse, ma soltanto allo scopo di bloccare sul nascere i primi focolai. Con risultati eccellenti.