Coronavirus, Milano lancia il piano per la ripartenza: nuovo uso di strade e spazi pubblici, aumento degli spostamenti a piedi e in bici

Il piano punta in generale su una riorganizzazione dei tempi e degli spazi della città per un adattamento verso un "nuovo ordinario"

MeteoWeb

Milano pianifica la ripartenza dopo l’emergenza coronavirus. ‘Milano 2020. Strategia di adattamento‘ è il piano lanciato dal Comune, aperto ai contributi dei cittadini, per gestire la ripartenza. Il documento e’ stato presentato da alcuni assessori in una conferenza stampa in streaming. Il piano punta in generale su una riorganizzazione dei tempi e degli spazi della citta’: dalla ridefinizione dell’uso delle strade e degli spazi pubblici, all’aumento degli spostamenti con la bicicletta e a piedi, alla riscoperta della dimensione di quartiere per vivere la citta’ in modo diverso, senza il pericolo di creare assembramenti.

Foto Getty

Per valorizzare lo spazio pubblico al fine di consentire a bar e ristoranti di poterlo sfruttare al meglio, con le dovute norme di distanza, una delle azioni previste è il limite di velocita’ a 30km/h introdotto in modo diffuso in citta’ e spazi per tavolini anche in sostituzione dei posti auto o al margine della carreggiata. “Immaginiamo che anche bar e ristoranti prima o poi potranno riaprire con le regole di distanziamento e contingentamento degli ingressi”, ha detto l’assessore al Commercio Cristina Tajani. “Vorremmo abilitarli ad una diversa fruizione da parte dei cittadini anche valorizzando lo spazio pubblico, quindi anche utilizzando il plateatico, lo spazio della strada, per avere all’aperto dei posti a sedere”. “Vogliamo difendere e sostenere le attivita’ di quartiere. – ha aggiunto l’assessore all’Urbanistica, Pierfrancesco Maran – Sono servizi importanti le botteghe, i bar, le trattorie e il calo di capacita’ nei negozi e’ drammatico. E’ importante quindi la garanzia che ci si possa espandere e quindi recuperare posti”.

Milano 2020 ha l’obiettivo di attrezzare la citta’ per gestire al meglio lo scenario piu’ probabile, per un adattamento verso un “nuovo ordinario“. Il piano per la ripartenza di Milano e’ gia’ consultabile online sul sito del Comune e a partire dal 27 aprile ci sara’ la possibilita’ per i cittadini di presentare contributi e osservazioni, e’ un documento aperto a tutta la citta’.