Coronavirus, morto in Piemonte Lama Guaritore: a 3 anni fu riconosciuto come la reincarnazione di Kacen Sapenla

Il Lama Gangchen è morto all'ospedale di Verbania: il monaco buddista aveva 79 anni ed era positivo al Coronavirus

MeteoWeb

Il Lama Gangchen, fondatore della Comunita’ di Albagnano di Bee (Verbania), e’ morto all’ospedale di Verbania. Il monaco buddista aveva 79 anni ed era positivo al Coronavirus. Nato in una famiglia di contadini di Dakshu, minuscolo villaggio dello Tsang, in Tibet occidentale, il Lama Gangchen all’eta’ di tre anni fu riconosciuto come la reincarnazione di Kacen Sapenla, celebre lama guaritore. Imprigionato negli anni ’50, in seguito all’invasione cinese, fu costretto ai lavori forzati. Nel 1963 riusci’ a raggiungere l’India e dagli anni ’80 inizio’ a viaggiare in tutto il mondo. Aveva inaugurato il centro di meditazione buddista sulle alture di Verbania nel 1999. Da allora viveva ad Albagnano, dove nel tempo ha riunito una comunita’ interessata alla spiritualita’ e a una vita in armonia con la natura. Il centro conduce diversi progetti volti alla rivitalizzazione dei villaggi e delle culture rurali e anche progetti umanitari a favore delle regioni himalayane.