Coronavirus, il Governatore della Sardegna: “Il Dpcm solo a vantaggio del Nord del Paese”

"Ci attendevamo un Dpcm più ampio nella riapertura di alcune attività e alcuni settori del Paese", spiega il Governatore della Sardegna

MeteoWeb

“Ci attendevamo un Dpcm più ampio nella riapertura di alcune attività e alcuni settori del Paese. In verità il testo lascia intravvedere una efficacia e una incisività solo laddove esistono grandi attività industriali e quindi nella parte settentrionale del Paese“. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas collegato in videoconferenza con i giornalisti.

Restano chiusi, ha fatto presente, “ampi settori dell’economia trainante del Meridione e delle Isole fatti di micro e piccole imprese”. Per questo, ha annunciato, “è mio intendimento adottare un’ordinanza nelle prossime 48-72 ore che, pur mantenendo la salvaguardia della salute dei cittadini come stella polare, consenta in Sardegna aperture graduali per tornare a una nuova normalità“. Solinas ha fatto riferimento alla cantieristica nautica, alle attività artigianali e commerciali, alle seconde case e alle grandi opere in generale. Prima però sono necessari due passaggi. “Un primo – ha spiegato – con le associazioni di categoria per verificare la capacita’ del sistema di poter garantire quelle misure di sicurezza indispensabili alla riapertura, quindi uso dei dpi, sistemi areazione, accessi a norma in base alla dimensione del negozio: siamo al lavoro con loro e il comitato scientifico per l’elaborazione di linee guida per garantire la sicurezza”. Il secondo step riguarda invece una serie di verifiche con il governo e con il prefetto sulla “possibilità di garantire tutte le deroghe necessarie alle condizioni particolari della Sardegna”.