Coronavirus, violano la quarantena in India: per punizione costretti a scrivere 500 volte ‘mi dispiace’

Dieci turisti stranieri hanno violato la quarantena imposta per l'emergenza coronavirus in una città indiana: erano usciti a fare una passeggiata

MeteoWeb

Dieci turisti stranieri hanno violato la quarantena imposta per l’emergenza coronavirus in una città indiana. I dieci, provenienti da Israele, Messico, Australia e Austria, sono stati sorpresi a fare una passeggiata in violazione al lockdown, racconta l’agente di polizia che li ha sorpresi a Rishikesh. Secondo quanto riferiscono le autorità locali, sono stati obbligati, come ammenda, a scrivere per 500 volte: “Non ho seguito le regole di blocco quindi mi dispiace tanto“.