Aereo parte dalla Germania, arriva a Olbia ma lo scalo è chiuso: costretto a tornare indietro, tutto per colpa di un “equivoco”

Un aereo partito sabato mattina da Düsseldorf e diretto a Olbia ha dovuto fare marcia indietro una volta arrivato sui cieli della Sardegna

MeteoWeb

Un Airbus A320-200 della Eurowings, partito sabato mattina da Düsseldorf alle 06:20 con pochi passeggeri a bordo e diretto a Olbia, ha dovuto fare marcia indietro una volta arrivato sui cieli della Sardegna a causa della prolungata chiusura dell’aeroporto della Gallura.
Lo scalo di Olbia non ha dato il permesso di atterrare, in quanto sarà chiuso ai voli internazionali fino al 24 giugno: lo ha riferito la Dpa. La compagnia avrebbe dovuto conoscere la situazione – ha ammesso la controllata Lufthansa – che ha parlato di un equivoco di interpretazione delle misure pubblicate dall’aeroporto.

La Geasar, società di gestione dello scalo, ha reso noto che erano state messe in atto tutte le comunicazioni previste in caso di inattività dello scalo, in particolare il cosiddetto “Notam Notice to airmen“, ovvero l’avviso utilizzato dai piloti per le informazioni su un determinato aeroporto.

A causa dell’emergenza Coronavirus il Ministero dei Trasporti e la Regione Sardegna non hanno ancora dato il via libera all’apertura dei voli commerciali, per i quali è prevista la regolare ripresa a partire dal 3 giugno e addirittura dal 25 per quelli internazionali.

Aereo parte dalla Germania per arrivare in Italia ma l’aeroporto è chiuso: non è una barzelletta