Global Wind Energy Council: energia eolica elemento chiave per la ripresa economica post COVID-19

Ieri il Global Wind Energy Council ha pubblicato una dichiarazione, che sottolinea come l'energia eolica sia un elemento chiave per la ripresa economica dal COVID-19

MeteoWeb

Ieri il Global Wind Energy Council ha pubblicato una dichiarazione, firmata dai principali stakeholder del settore eolico, che sottolinea come l’energia eolica sia un elemento chiave per la ripresa economica dal COVID-19, contribuendo a creare milioni di posti di lavoro, elettricità “pulita” e a prezzi accessibili nonché sicurezza energetica. La dichiarazione, inoltre, definisce le azioni politiche decisive che devono essere messe in atto per realizzare un una ripresa economica sostenibile.

I firmatari della dichiarazione chiedono, infatti, ai governi, agli organismi intergovernativi e alle istituzioni di prestito globale di mettere gli investimenti nell’energia eolica al centro dei loro piani di ripresa e crescita economica. Le aeree suggerite sono tre: investimenti per un futuro sostenibile e resiliente, un ambiente favorevole per le energie pulite e dare gli strumenti ai cittadini affinché possano guidare la transizione energetica.

Tra i principali punti della dichiarazione è stato osservato che

  • Il settore eolico potrebbe generare oltre 4 milioni di posti di lavoro diretti e indiretti entro il 2030, rispetto agli 1,2 milioni del 2018.
  • Dal 2015 al 2019, l’energia eolica ha generato oltre 652 miliardi di dollari di investimenti. L’aumento della capacità eolica installata a più di 2TW di capacità entro il 2030, porterebbe ad investimenti annui aggiuntivi di 207 miliardi di dollari o oltre 2.000 miliardi di dollari. L’industria eolica continuerà, inoltre, ad essere uno dei principali motori dell’innovazione e degli investimenti in R&S, poiché il settore già guarda alla prossima generazione di piattaforme di turbine eoliche.
  • Il settore eolico è una delle fonti di energia più accessibili e, con il finanziamento a basso costo tramite pacchetti di stimolo, i paesi saranno in grado di rinnovare le loro infrastrutture a prezzi accessibili e di garantire la sicurezza energetica ai loro cittadini sia nel breve che nel lungo termine.
  • Ogni dollaro (USD) speso per far avanzare la transizione energetica globale, secondo IRENA, porterà un ritorno dai tre agli otto dollari.