Previsioni Meteo: si accende l’instabilità da venerdì 29, ultimo weekend di Maggio all’insegna del maltempo

Previsioni Meteo: cicolazione depressionaria continentale via via più aggressiva verso il fine settimana, con minimo secondario sul Sud Italia e tempo in peggioramento su molte regioni. L'evoluzione

MeteoWeb

Previsioni Meteo – La circolazione fresca settentrionale che, oramai, ha preso piede da alcuni giorni, dovrebbe via via approfondirsi verso il fine settimana. Il centro depressionario, infatti, che ha attivato le correnti da Nord e che si pone attualmente con minimo barico in prossimità del settore occidentale del Mar Nero, è previsto avanzare progressivamente verso Ovest comportando un aumento delle potenzialità cicloniche a esso legate anche verso i nostri settori e, di  conseguenza, incrementando via via l’instabilità su diverse regioni italiane. La fase in cui la bassa pressione continentale dovrebbe esprimere il suo massimo effetto, andrebbe da venerdì 29 maggio e fino a tutta domenica 31. Il minimo barico, dai settori occidentali del Mar Nero, si sposterebbe verso l’ex Jugoslavia con avvezione di vorticità positiva in quota verso le regioni italiane che diverrebbe decisamente più corposa, al punto da andare a innescare un minimo barico secondario al suolo in prossimità delle nostre regioni meridionali. Attività depressionaria, quindi, decisamente più attiva e profonda, con intensificazione delle correnti instabili da Nord e aumento delle nubi e delle piogge sull’Italia.

Nell’immagine fenomeni allegata, sono evidenziate le aree, colorate a scala di verde, maggiormente esposte alle nubi e alle piogge,  con conferma rispetto a quanto già indicato per lo stesso periodo nei giorni scorsi.  Correnti da Nord e da Est che porterebbero addensamenti associati a rovesci e temporali più ricorrenti soprattutto sulle regioni alpine e prealpine centro orientali, su centro Ovest Piemonte, su Liguria, Nord Appennino, diffusamente sulle aree centrali, sul medio e basso Adriatico e sul Centro Sud Appennino. Fenomeni più intensi, spesso  moderati, ma in diverse fasi anche forti (colore più scuro) sui rilievi tra Nordest Lombardia, Trentino, Nord Veneto, Friuli, tra Torinese e Cuneese, su Liguria di Levante e su Nord Toscana; rovesci e temporali moderati o forti possibili anche sulle aree interne laziali, abruzzesi, anche delle Marche meridionali e ancora su quelle molisane, campane, lucane, fino alla Calabria settentrionale, area Sila. Altrove, nelle aree colorate più chiare, precipitazioni moderate o fiacche irregolari, fenomeni fiacchi o spesso assenti sul resto della Toscana, su coste e Nordovest Lazio, su gran parte della Pianura padana, sulle coste ioniche pugliesi, localmente su quelle campane e sui settori occidentali di entrambe le isole maggiori. Il campo termico continuerebbe a porsi sotto media un po’ ovunque, con clima fresco e spesso ventilato. Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: