Il tifone Vongfong si abbatte sulle Filippine durante l’emergenza Coronavirus: migliaia di evacuati, timori per l’alto rischio contagio

Il tifone Vongfong fa registrare raffiche di vento fino a 190 km all'ora e forti piogge che potrebbero generare inondazioni e frane nelle Filippine

MeteoWeb

Il potente tifone Vongfong si è abbattuto sulle Filippine centrali, costringendo all’evacuazione decine di migliaia di persone, bloccate in casa a causa della pandemia di Coronavirus.
Almeno 200mila persone vivono nelle zone minacciate dal tifone, che fa registrare forti venti e piogge torrenziali. Altre decine di milioni di persone vivono lungo il percorso di Vongfong, che dovrebbe portarlo vicino alla capitale Manila.

A causa della doppia minaccia della tempesta e del virus, i centri di evacuazione nelle Filippine centrali accettano solo metà della loro capacità e gli sfollati dovranno indossare le mascherine.

Vongfong fa registrare raffiche di vento fino a 190 km all’ora e forti piogge che potrebbero generare inondazioni e frane, ha avvertito l’agenzia meteorologica nazionale.
Finora le Filippine hanno riportato 772 decessi e 11.618 casi di Coronavirus.