Coronavirus, in Calabria il tasso di contagio è arrivato a zero: è la Regione più sicura d’Europa

Coronavirus: la Calabria "si avvia alla stagione estiva in condizione epidemiologiche favorevoli"

MeteoWeb

È on line la decima revisione del report epidemiologico sull’emergenza COVID-19 in Calabria, realizzato dal Settore 9 del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie.

Il documento contiene, come sempre, l’analisi dei dati a partire dall’inizio dell’epidemia in Calabria (29 febbraio 2020), con un focus riferito alla settimana 1-7 giugno 2020; in tale periodo, si spiega in una nota, “si conferma il netto decremento nel numero dei casi dimessi/guariti (+54), rispetto al solo nuovo caso confermato (+1), nessun incremento nel numero dei deceduti, mentre il numero dei casi attivi è sceso a 91 (-53).”

Il rapporto in termini percentuali tra “nuovi casi confermati/giorno” e “nuovi soggetti sottoposti a test”risulta essere in assoluto uno dei più bassi d’Italia (valore mediano 0,1%). In altri termini, nel periodo tra il 17 maggio e il 7 giugno è stato rilevato un nuovo caso confermato ogni circa 1000 tamponi effettuati.”

Il Rapporto di trasmissione Rt (detto anche rapporto di replicazione), “valore mediano a 14 gg, ottenuto imputando i dati delle curve epidemiche negli ultimi 15 giorni, basato su data inizio sintomi e riferito al periodo 18 – 31 maggio, è pari a zero.”

Si conferma che la Calabria “si avvia dunque alla stagione estiva in condizione epidemiologiche favorevoli sebbene, anche alla luce dell’Ordinanza 51/2020, assume importanza fondamentale l’individuazione dei cosiddetti casi di ritorno, soprattutto derivanti da possibili arrivi da luoghi nei quali siano presenti ancora vari focolai attivi.

La collaborazione delle persone che arriveranno in Calabria, nell’adesione allo screening quando proposto dal Dipartimento di Prevenzione e l’aderenza di ciascuno alle misure di prevenzione, igiene e distanziamento interpersonale, rappresentano elementi chiave per garantire la sicurezza di tutti i cittadini.”

Intanto, in base ai dati aggiornati a ieri, il numero dei casi di Covid-19 in Calabria dall’inizio della pandemia è di 1.162 persone su 82.203 soggetti sottoposti a test. La percentuale dei positivi sui controllati è dell’1,4% ed è di gran lunga la più bassa d’Italia. In Calabria sono state sottoposte a tampone addirittura 70,7 persone per ogni positivo. E’ il dato più importante che testimonia il numero di tamponi effettuati rispetto alla reale diffusione della pandemia, ed è il numero più alto di tutt’Italia, a conferma dell’elevatissimo numero di tamponi effettuato nel territorio calabrese.