Maltempo Toscana, danni nella Piana di Lucca: “Estendere lo stato di emergenza regionale”

"A pochi giorni dalle forti precipitazioni della notte del 4 giugno scorso, il territorio è stato colpito da una forte ondata di maltempo"

MeteoWeb

“A pochi giorni dalle forti precipitazioni della notte del 4 giugno scorso, ancora una volta il nostro territorio è stato colpito da una forte ondata di maltempo che ha interessato, in particolar modo, in provincia di Lucca, i territori di Porcari, Capannori e Montecarlo, provocando allagamenti, frane e interruzioni stradali. Chiedo, pertanto, attraverso una mozione rivolta alla Giunta regionale, di estendere lo stato di emergenza regionale, dichiarato il 15 giugno scorso per i territori della nostra provincia, anche per i territori della Piana di Lucca, in particolar modo, appunto, quelli di Porcari, Capannori e Montecarlo”.

E’ quanto chiede alla Giunta regionale Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd e presidente della Commissione Territorio ambiente, con la mozione “In merito alla richiesta di dichiarazione di stato di emergenza regionale a seguito dell’evento atmosferico che ha colpito alcuni territori della Piana lucchese il giorno 17 giugno 2020”.

L’obiettivo è quello di poter eseguire, tempestivamente e con risorse adeguate, le operazioni di ripristino e di messa in sicurezza nei comuni interessati, con particolare riferimento agli interventi arginali sul rio Leccio e rio Ralla, e fornire gli indennizzi per i danni subiti da imprese e famiglie – spiega Baccelli – Durante le precipitazioni di ieri, infatti, le esondazioni del rio Leccio e del rio Ralla, che raccolgono le acque delle colline a nord della Piana, i quali a seguito delle abbondanti precipitazioni sono tracimati invadendo strade e campi, hanno suscitato grande preoccupazione”.

“Ricordo che con la dichiarazione dello stato di emergenza per gli eventi della notte del 4 giugno scorso sono stati stanziati per i territori della provincia di Lucca 2.072.000 euro per la realizzazione di 85 interventi di cui i soggetti attuatori saranno Provincia e Comuni. La stessa velocità di intervento dobbiamo garantirla anche per le comunità e le attività produttive colpite dalle precipitazioni anomale di ieri, alle quali voglio rivolgere tutta la mia vicinanza e solidarietà – conclude Baccelli – In un momento di ripartenza come quello che stiamo vivendo la prontezza e la capacità d’azione diventano più che mai decisive”.