Maltempo, forte pioggia in Toscana: nubifragio tra Lucca e Pistoia, “temevamo una catastrofe”

Nottata di maltempo in Toscana dove le piogge violente hanno interessato svariate zone

MeteoWeb

Nottata di maltempo in Toscana dove le piogge violente hanno interessato svariate zone. Si è appena concluso il monitoraggio da parte della Protezione civile regionale insieme a Prefetture, Province, Comuni, Vigili del fuoco, che era in corso dalla tarda serata di ieri ed è rimasto attivo tutta la notte sulle zone dell’alta Toscana a causa della forte perturbazione che l’ha colpita interessando la Garfagnana e il territorio al confine tra le province di Lucca e Pistoia.

I fenomeni più intensi si sono sviluppati nella media Valle del Serchio e nella Val di Lima dove sono piovuti fino a 200 mm di pioggia in poco più di 6 ore. Localmente si sono verificati picchi anche di 70/80 mm di pioggia in un’ora. Le forti precipitazioni hanno causato allagamenti, esondazioni, smottamenti e crollo di alberi, particolarmente colpiti i comuni di Gallicano, Barga, Fabbriche di Vergemoli, Castelnuovo Garfagnana e Coreglia Antelminelli dove, in quest’ultimo, ci sono anche alcune famiglie isolate. Anche in Versilia, a Stazzema, sono state segnalate numerose criticità su strade provinciali e comunali. Squadre del Genio civile, dei Comuni, dei Consorzi di bonifica sono già a lavoro per il ripristino e la messa in sicurezza.

“Abbiamo avuto veramente paura che potesse accadere una catastrofe”. Lo ha detto stamani Davide Saisi, sindaco di Gallicano (Lucca), tra i comuni della provincia di Lucca maggiormente colpiti nella tarda serata di eri dai forti temporali. “In poco più di due ore – spiega – sono caduti 70 millimetri di pioggia. E dal monte ha iniziato a scendere di tutto. Abbiamo avuto il fango nelle case e sulle strade. Per oltre un’ora alcune famiglie nelle case più isolate sono rimaste rinchiuse con fiumi di acqua alla porta. Poi fortunatamente ha spiovuto e la situazione è velocemente migliorata. Abbiamo subito attivato la protezione ciivile e il Coc dell’unione dei comuni. Abbiamo raggiunto tutte le persone a rischio e fortunatamente non abbiamo avuto feriti. Stamani siamo a fare la conta dei danni con i mezzi movimenti terra al lavoro fin dall’alba per riportare la situazione alla normalità”.

Sempre in provincia di Lucca, a Barga, sulla strada per Tiglio e il collegamento fra Mologno e Fornaci la circolazione è  stata interrotta per tutta la notte. Gravi danni – sempre nel comune della.Mediavalle – al Muro delle Carceri, così definita la struttura in pietra a ridosso del Duomo: qui nella notte si sono staccate alcune grosse pietra che sono precipitate sulla strada sottostante dove fortunatamente non passava nessuno.

Protezione civile comunale al lavoro anche a Massarosa: la rete fognaria è andata in tilt a causa della forte pioggia con allagamenti in una scuola e in alcune case. Un albero e’ poi caduto sulla strada nella frazione di Quiesa. Intervento per rimuovere rami e detriti pure sulla di accesso al paese di Gualdo, che era rimasta interrotta.

Danni ingenti, a causa di un violento nubifragio la notte scorsa anche nel comune di Abetone Cutigliano sulla montagna pistoiese. “E’ stata una vera e propria bomba d’acqua – spiega il sindaco Diego Petrucci -, abbiamo danni su tutto il territorio, sono 80 chilometri quadrati e io sto facendo il giro di ricognizione. In alcuni punti non esiste più la strada, è una devastazione. In Valdiluce non si vede neanche più la strada“. Allagamenti hanno interessato anche alcune abitazioni. “E’ un disastro – afferma ancora il sindaco – proprio in un momento in cui stavamo cercando di ripartire. Le piste da sci sono distrutte, è partita anche l’illuminazione pubblica e i parcheggi sono distrutti”. Una quindicina poi gli interventi dei vigili del fuoco a Livorno e provincia a causa soprattutto del forte vento per alberi, rami, intonaci, grondai e persiane pericolanti.