Coronavirus, l’Oms: “Gli asintomatici possono trasmetterlo, bisogna capire quanto”

"Alcune persone colpite da Sars-Cov-2 non sviluppano sintomi: le chiamiamo asintomatiche. Ora sappiamo che alcuni asintomatici possono trasmettere il virus ad altri"

MeteoWeb

“Alcune persone colpite da Sars-Cov-2 non sviluppano sintomi: le chiamiamo asintomatiche. Ora sappiamo che alcuni asintomatici possono trasmettere il virus ad altri. Ma dobbiamo capire come questo accade e quanto spesso”. Lo ha ribadito Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico per il coronavirus dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nel corso di una conferenza stampa a Ginevra. Si tratta della stessa esperta finita qualche settimana fa nell’occhio del ciclone proprio per delle dichiarazioni sugli asintomatici. Quanto alla presenza di tracce del virus nelle acque reflue, “riteniamo che queste analisi siano una sentinella per rilevare precocemente e per monitorare la presenza del virus“, ha detto Van Kerkhove.

“Il virus sta cambiando, muta. Ma non abbiamo indicazioni che le mutazioni rilevate indichino cambiamenti nella gravità e nella contagiosità di Sars-Cov-2”. Lo ha sottolineato Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico per il coronavirus dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nel corso di una conferenza stampa a Ginevra. “Si tratta di una questione che indagheremo attentamente”, ha aggiunto l’esperta. “Da gennaio sono state pubblicate almeno 60 mila sequenze genetiche di Sars-Cov-2. Informazioni condivise fondamentali per capire la rilevanza delle mutazioni, ma anche per sperimentare farmaci mirati e vaccini”, ha evidenziato Soumya Swaminathan, Chief Scientist dell’Oms.

Animali e Covid-19. “Si tratta di un tema molto importante per le persone, ma il rischio di contagio da animali domestici è molto ridotto. I felini, ovvero i gatti e persino le tigri possono essere contagiati da Sars-Cov-2 dall’uomo, come pure i furetti. E c’è stato il caso degli allevamenti di visoni. Ma il ruolo degli animali domestici come fonte di contagio sembra” trascurabile. Lo ha detto Soumya Swaminathan, Chief Scientist dell’Organizzazione mondiale della sanità, nel corso di una conferenza stampa a Ginevra per fare il punto sulla ricerca su Covid-19.