Coronavirus, bimba di 4 anni positiva al tampone: i genitori le fanno un altro test e risulta negativo, costretti alla quarantena e a tamponi forzati

Avuto l'esito positivo l'intervento è saltato e la piccola è stata rimandata a casa. Ai genitori è stato chiesto di rispettare la quarantena in attesa dei tamponi su tutta la famiglia

MeteoWeb

A Cosenza una bambina di soli 4 anni è risultata positiva al Coronavirus. La piccola, nei giorni scorsi, doveva effettuare un piccolo intervento chirurgico all’ospedale dell’Annunziata e prima del ricovero è stata sottoposta al tampone. Avuto l’esito positivo l’intervento è saltato e la piccola è stata rimandata a casa. Ai genitori è stato chiesto di rispettare la quarantena in attesa dei tamponi su tutta la famiglia. I genitori, dubbiosi per la positività della bambina, hanno fatto alla piccola un test pungidito risultato negativo, così hanno deciso di non rispettare alcuna regola anti contagio. La task force dell’Asp di Cosenza, allertata dalla struttura che aveva effettuato il tampone pre-ricovero, si è attivata per ricostruire la catena dei contatti. I genitori, questa mattina, quando si sono visti presentare i medici dell’Asp, hanno protestato, rifiutandosi di sottoporsi ai tamponi. C’e’ stato bisogno di ore di interlocuzione e persino dell’intervento delle forze dell’ordine per riportare la calma e riuscire a fare i test. In attesa dei risultati, la piccola e i familiari sono stati messi in quarantena forzata.