Coronavirus, Giovanni Rezza: “Filtri per arginare i casi importati e i focolai”

"Una volta che si ottiene una riduzione drastica della circolazione di un patogeno, come è accaduto in Europa" con Sars-Cov-2, "devi temere la reintroduzione"

MeteoWeb

“Una volta che si ottiene una riduzione drastica della circolazione di un patogeno, come è accaduto in Europa” con Sars-Cov-2,devi temere la reintroduzione. E se bloccare la mobilità è difficile, sono importanti filtri per i casi importati, con tamponi, isolamenti e quarantene per arginare i focolai“. A dirlo all’Adnkronos Salute è Giovanni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, autore di ‘Epidemie. I perché di una minaccia globale’ (Carocci). “Per ora si sta facendo bene, ma tutto dipende dai numeri dei focolai”, conclude.