Coronavirus, l’Ema: “Pronto il monitoraggio di vaccini e cure real Life”

Un'infrastruttura per supportare il monitoraggio nella vita reale dell'efficacia e sicurezza di trattamenti e vaccini contro Covid-19

MeteoWeb

Un’infrastruttura per supportare il monitoraggio nella vita reale dell’efficacia e sicurezza di trattamenti e vaccini contro Covid-19. A predisporla è stata l’agenzia europea del farmaco Ema, che spiega di aver sottoscritto negli ultimi mesi a questo fine 3 contratti per la ricerca osservazionale con partner accademici e privati. Obiettivo: essere “pronti a monitorare efficacemente i vaccini nel mondo reale”, nella pratica clinica quotidiana, “non appena saranno autorizzati, e sostenere l’uso sicuro ed efficace di medicinali per Covid-19”. L’ultimo contratto in termini di tempo è stato concluso a metà luglio con l’università di Utrecht e l’University Medical Center Utrecht in qualità di coordinatori del progetto Consign, che raccoglierà dati sull’impatto di Covid-19 in gravidanza al fine di guidare il processo decisionale sulle indicazioni del vaccino, le politiche di immunizzazione e le opzioni di trattamento per la malattia nelle donne incinte.

Consign analizzerà cartelle cliniche elettroniche, dati ospedalieri già esistenti e coorti di donne in gravidanza per fornire informazioni sull’impatto dell’infezione e dei trattamenti per curarla nelle diverse fasi della gestazione e sui neonati. Il contratto in questione si aggiunge a quello siglato a giugno con la società Iqvia, per costruire una cornice per lo svolgimento di studi di coorte multicentrici sull’uso di medicinali in pazienti Covid, e a quello firmato a maggio quando l’Ema ha commissionato il progetto Access (‘vACcine Covid-19 monitoring readinESS’) per il monitoraggio su sicurezza, efficacia e copertura dei vaccini anti Covid, una volta autorizzati.