Incendi Sardegna: tre roghi nel Sassarese

C'è un'unica mano dietro gli incendi che stamane hanno percorso le campagne di Burgos, Bono e Bottida, nel Sassarese

MeteoWeb

C’è un’unica mano dietro gli incendi che stamane hanno percorso le campagne di Burgos, Bono e Bottida, nel Sassarese. L’ipotesi è degli investigatori del Corpo forestale regionale che non hanno dubbi sull’origine dolosa delle fiamme: per spegnerle è stato necessario l’intervento degli elicotteri. In tutta la Sardegna oggi si sono registrati 18 incendi, sei dei quali hanno richiesto l’intervento dei mezzi aerei.

A Burgos gli incendiari hanno preso di mira la località ‘Castello di Burgos’, un’area di pascolo con cespugli. Nella vicina Bono sono dovuti intervenire ben tre elicotteri del Corpo forestale, oltre a Super Puma decollato dalla base di Fenosu, nell’Oristanese.

Le fiamme hanno devastato sei ettari di macchia mediterranea e pascolo alberato e impegnato l’apparato antincendi regionale fino alle 18.45. A Orani (Nuoro), in località ‘Sadula’, l’intervento tempestivo degli operatori antincendio ha consentito di spegnere in 15 minuti le fiamme che si erano sviluppate in un fienile privato all’altezza del km 31 della SS 131 dcn direzione Nuoro. Poco meno di un ettaro è bruciato in Gallura, nelle campagne di Loiri Porto San Paolo, in localita’ ‘Dispensa’, dove sono intervenuti due elicotteri provenienti dalle basi del Corpo forestale di Bosa e Limbara.

Nel pomeriggio un mezzo aereo e’ dovuto intervenire a Bottida, in localita’ ‘Basileddu’, per un incendio doloso che ha interessato un’area di pascolo alberato. Il Nucleo investigativo del Corpo forestale regionale sospetta che l’autore sia lo stesso che ha colpito a Bono e Burgos. Infine, a Villasor (Sud Sardegna), due elicotteri in serata erano ancora impegnati due elicotteri per spegnere fiamme in una zona di rimboschimento misto a conifere e latifoglie.