Influenza, Speranza: “Quest’anno il vaccino sarà ancora più importante, ci aiuta contro il Coronavirus. Raccomandato anche ai più piccoli”

"I sintomi del Coronavirus sono molto simili a quelli dell'influenza", per cui "avere un pezzo di popolazione vaccinata ci può aiutare a riconoscere meglio dove c'è il virus"

Quest’anno sara’ piu’ importante rispetto agli altri anni fare il vaccino antinfluenzale, in particolare per i soggetti piu’ a rischio abbiamo abbassato a 60 anni l’eta’ della raccomandazione e lo raccomandiamo anche ai piu’ piccoli“. Lo ha detto il Ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo ad Agora’ su Rai 3. Speranza ha poi spiegato che “i sintomi del coronavirus sono molto simili a quelli dell’influenza“, per cui “avere un pezzo di popolazione vaccinata ci puo’ aiutare a riconoscere meglio dove c’e’ il coronavirus.

Contro il Covid-19 “non c’è uno strumento salvifico, non c’è una bacchetta magica. A me piacerebbe dire in televisione che abbiamo una soluzione definitiva. La soluzione definitiva sarà il vaccino, su cui stiamo lavorando, su cui l’Italia è nel gruppo di testa e che auspichiamo arrivi nel più breve tempo possibile”, ha aggiunto Speranza. “Fino ad allora ci sono tutta una serie di altri strumenti: ci sono i presidi territoriali, ci sono i nostri ospedali, c’è la necessità di fare test, di fare contact tracing ha elencato il Ministro – e c’è chiaramente l’App Immuni che è uno strumento utile, importante. Invito i cittadini del nostro Paese a scaricarla, perché anche così si può dare una mano”.