Previsioni Meteo, ultima decade di Luglio tra l’Anticiclone e nuovi spifferi instabili da Nord

Previsioni Meteo: inizia a palesarsi la tendenza per la terza decade con una Italia probabilmente divisa in due, da una parte più nubi e temporali, dall'altra maggiore stabilità. I dettagli

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Volgendo lo sguardo Sul prosieguo del mese, il trench di massima non muta rispetto a quanto visto fino ad alcuni giorni fa. Sostanzialmente, luglio 2020 dovrebbe continuare a mostrare una aspetto estivo  senza particolari eccessi termici, anzi con valori sotto media almeno fino al 20, poi, nel corso della terza decade, probabilmente valori rientranti più nelle medie tipiche del periodo, giammai, però, sopra la norma.  Tuttavia abbiamo ha già abbastanza scritto su questa settimana più instabile e fresca, per cui in questa sede vogliamo soffermarci sulla possibile tendenza per la terza decade di luglio la quale, secondo le ultimissime indicazioni, potrebbe mostrare una doppia faccia sul territorio italiano ovvero esprimersi in duplice modo tra il Nord e il Centro Sud Italia. Le ultime elaborazioni dei centri di calcolo, in particolare di quello europeo ECMWF,  mostrerebbero, in linea generale, una assenza di promontori anticiclonici importanti per cui, secondo il prospetto ultimo, sarebbero da escludere con buona probabilità azioni calde nordafricane o comunque particolarmente calde in via generale.

 Semmai, come prospettato nell’immagine barica in evidenza, le simulazioni prevalenti opterebbero per una défaillance depressionaria sul Centro Nord Europa, più nello specifico tra i settori centrali e quelli nordorientali del continente, con il fulcro instabile in prossimità del Baltico. In sede mediterranea, la pressione si manterrebbe su valori medi o medio-bassi, salvo via via un po’ più  alti sul Mediterraneo centro-orientale. Quadro barico che deporrebbe per un tempo frequentemente instabile sulle regioni settentrionali, più direttamente esposte  al flusso fresco e umido occidentale,  condizioni, invece un po’ ibride sul resto dell’Italia dove potrebbero alternarsi giornate più stabili e soleggiate, moderatamente anticicloniche, ad altre con qualche infiltrazione umida da Ovest e, quindi, con maggior rischio di locali temporali, ma più probabili in prossimità dei rilievi appenninici.  Sulle coste del Centro Sud Italia e sulle pianure prossime a esse, probabilmente nel corso della terza decade si potrebbe avere una prevalente stabilità,  in particolare su quelle adriatiche ma, in via generale, un po’ ovunque, salvo qualche fastidio davvero temporaneo.  In riferimento al prospetto termico, per la terza decade è possibile una generale aumento delle temperature che, però, si porrebbero sulle medie tipiche del periodo senza particolari eccessi, salva un po’ più fresche al Nord nelle fasi con maggiore instabilità.

La relazione di Meteo Web continuerà a monitorare l’evoluzione attesa per la terza decade del mese, attraverso quotidiani aggiornamenti.