Coronavirus, Zaia: “In autunno emergenza dettata dalla psicosi”

"Prendo comunque atto che il virus c'è, non so se sarà più virulento, ma siamo pronti, ci siamo attrezzati per reagire a qualsiasi emergenza"

MeteoWeb

Per il presidente del Veneto, Luca Zaia, quello che si prospetterà per l’autunno sarà “un’emergenza dettata da psicosi. Chi ha magari, l’influenza pensa di avere il Covid. Prendo comunque atto che il virus c’è, non so se sarà più virulento, ma siamo pronti, ci siamo attrezzati per reagire a qualsiasi emergenza”. Anche perché, sottolinea Zaia, “non vogliamo tornare in lockdown. L’esperienza passata ci ha fatto capire l’importanza dell’uso della mascherine, del distanziamento e della pulizia delle mani e quindi ci siamo gia’ abituati ad un modello di comportamento. Certo – prosegue Zaia – saremo in emergenza, ma da una psicosi comprensibile”.