Febbre del Nilo, torna l’allerta in Italia: 7 casi a Lodi e 1 a Modena

Sono sette le persone ricoverate nell'ospedale Maggiore di Lodi e uno a Modena a causa della febbre del Nilo o West Nile Disease

MeteoWeb

Torna la paura per la febbre del Nilo in Italia. Sono sette le persone ricoverate nel reparto di Neurologia dell’ospedale Maggiore di Lodi a causa della febbre del Nilo o West Nile Disease. Arrivati in ospedale con sintomi quali mal di testa, febbre, piuttosto che nausea, vomito e sfoghi cutanei ma anche, il piu’ grave, con una mielite, sono stati riconosciuti come colpiti dal virus che provoca questa malattia. L’eta’ dei pazienti spazia dai 50 ai 70 anni. Su segnalazione dell’Ats (ex Asl) di Milano in alcuni comuni della zona, come Graffignana, hanno iniziato gia’ prima di Ferragosto la disinfestazione dalle zanzare.

Un caso anche a Modena. E’ ricoverata in terapia intensiva con prognosi riservata al Policlinico di Modena una donna di 69 anni di Carpi che ha contratto il virus della West Nile dopo la puntura di una zanzara. La 69enne, che versa dunque in gravi condizioni, e’ gia’ affetta da patologie di una certa serieta’. Le sue condizioni attualmente sono stazionarie.