Allerta in Giappone: il tifone Haishen colpisce il sud dell’arcipelago, sarà uno dei più violenti mai registrati

Le autorità hanno ordinato l'evacuazione di oltre 100mila abitazioni nelle prefetture meridionali di Okinawa, Kagoshima, Kumamoto e Nagasaki, ha riferito la protezione civile nipponica (Fdma)

/
MeteoWeb

Rimane alto il livello di allerta nel Giappone sud occidentale per il passaggio del tifone Haishen, il decimo della stagione, che ha già raggiunto l’isola di Okinawa con violente raffiche di vento e l’innalzamento delle acque, e adesso è diretto nella regione del Kyushu.

Ordini di evacuazione sono scattati per più di 530 mila persone, concentrate principalmente tra la prefettura di Kagoshima e quella di Nagasaki, con le autorità regionali che hanno continuato a fornire assistenza tramite il supporto degli elicotteri delle Forze di autodifesa, aiutando i residenti locali ad abbandonare le isole maggiormente esposte alla furia delle intemperie.

L’Agenzia meteorologica nazionale ha detto che nonostante l’indebolimento delle ultime ore del tifone, la popolazione dovrebbe rimanere vigile, in particolare nella prefettura di Kagoshima, dove sono attesi venti fino a 180 km orari ed esondazioni dei fiumi. Oltre 500 rotte aeree sono state cancellate nella giornata di domenica tra il Kyushu e l’isola di Okinawa, mentre l’operatore ferroviario West Japan Railway ha deciso l’interruzione di treni superveloce Shinkansen tra Hiroshima e Hakata per tutta la giornata di lunedì. 

Le autorità hanno ordinato l’evacuazione di oltre 100mila abitazioni nelle prefetture meridionali di Okinawa, Kagoshima, Kumamoto e Nagasaki, ha riferito la protezione civile nipponica (Fdma). Si segnalano già due feriti. Il premier Shinzo Abe si è riunito con i ministri competenti per discutere dell’emergenza e ha invitato la popolazione alla massima prudenza. Più di 3 mila abitazioni sono già rimaste senza luce a Okinawa e altre 8mila a Amamioshima. Entro domani si prevede che il tifone sarà sospinto da venti che raggiungeranno i 234 chilometri orari. Il tifone è transitato su Yakushima, un’isola 100 chilometri a sud di Kagoshima city, e si muove a nord-ovest a 30km/h. Per la mezzanotte giapponese si dovrebbe avvicinare alle isole Goto, a ovest di Nagasaki, per poi spostarsi verso la penisola coreana.

Si prevede che Haishen sarà una delle tempeste più intense mai registrate per il Giappone. Haishen è anche la terza tempesta più forte mai registrata per il 2020. Gli unici due sistemi più forti quest’anno sono stati i venti sostenuti di picco di Harold (165 mph) e Amphan (160 mph).

La pressione centrale stimata più bassa durante l’intensità di picco di Haishen ha oscillato tra 915 e 925 mbar, secondo l’analisi satellitare Dvorak ADT. Haishen si è intensificato da 85 nodi a 135 nodi in 24 ore (dalle 00 UTC del 3 settembre alle 00 UTC del 4 settembre).

Le temperature della superficie del mare a sud del Giappone sono le più alte mai osservate dall’inizio delle registrazioni nell’anno 1982. Le temperature sono di circa 2 gradi Celsius (4F) più alte del normale.

Il grafico sopra della Japan Meteorological Agency (JMA) indica che la temperatura media del mare appena a sud del Giappone è stata di 29,8 ° C fino ad agosto. Circa 1,7 ° C al di sopra della media a lungo termine.