Coronavirus, obbligo di test a chi proviene da 7 regioni della Francia: ordinanza in vigore da domani

"Ho firmato una nuova ordinanza che estende l'obbligo di test molecolare o antigenico ai cittadini provenienti da Parigi e altre aree della Francia con significativa circolazione del virus", ha affermato il ministro Speranza

MeteoWeb

Il ministro della Salute Roberto Speranza, ai fini del contenimento della diffusione del Covid-19, ha firmato un’ordinanza in vigore da domani, per estendere l’obbligo di test molecolare o antigenico ai cittadini provenienti da alcune regioni della Francia. In particolare, secondo quanto si legge, viene modificata l’ordinanza del 12 agosto 2020 nella parte in cui menziona le parole “Croazia, Grecia, Malta o Spagna” che vengono sostituite da “Croazia, Francia (limitatamente alle regioni di Alvernia Rodano-Alpi, Corsica, Hauts de France, Ile de France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra), Grecia, Malta o Spagna”.

Ho firmato una nuova ordinanza che estende l’obbligo di test molecolare o antigenico ai cittadini provenienti da Parigi e altre aree della Francia con significativa circolazione del virus. I dati europei non possono essere sottovalutati. L’Italia oggi sta meglio di altri Paesi, ma serve ancora grande prudenza per non vanificare i sacrifici fatti finora”, ha dichiarato Speranza.

Ad oggi e’ inoltre previsto il divieto di ingresso e transito in Italia per chi nei quattordici giorni antecedenti ha soggiornato o transitato in 17 Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Peru’, Repubblica Dominicana, Montenegro, Kosovo e Colombia. Cade il divieto di ingresso e transito in Italia per chi nei quattordici giorni antecedenti ha soggiornato o transitato in Serbia. Cade anche l’obbligo di quarantena per chi proviene dalla Bulgaria.