Salute & Ambiente, AEA: 630mila decessi l’anno in UE e Regno Unito

Circa 630mila decessi l'anno nell'UE e nel Regno Unito sono attribuibili a fattori ambientali (dallo smog ai cambiamenti climatici)

MeteoWeb

Secondo un rapporto dell’Agenzia Europea per l’Ambiente, circa 630mila decessi l’anno nell’UE e nel Regno Unito sono attribuibili a fattori ambientali (dallo smog ai cambiamenti climatici).
Il report, che si basa su dati della stessa AEA e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’inquinamento atmosferico resta la minaccia ambientale principale per la salute in Europa, con una stima di oltre 400mila morti l’anno, soprattutto a causa delle particelle PM2,5: il solo particolato fine ha causato 379mila decessi nel 2018.

La Pianura Padana si conferma una delle aree con i livelli più alti di smog in Europa, soprattutto per il PM2,5 e il biossido di azoto.
In Italia la percentuale di decessi connessi all’inquinamento ambientale supera il 12% del totale, con Danimarca e Svezia al 10% e Romania al 19%.