Coronavirus, il fisico Giorgio Parisi: “Occorre tracciare gli asintomatici, sono una grossa fonte di contagio”

Secondo Giorgio Parisi occorre tracciare anche gli asintomatici in quanto "se non si tracciano, questi possono essere una grossa fonte di contagio"

MeteoWeb

L’ipotesi avanzata dalle regioni di modificare i criteri di tracciamento “preoccupano perché se non si tracciano gli asintomatici, questi possono essere una grossa fonte di contagio”: lo ha detto il fisico Giorgio Parisi, dell’Università Sapienza di Roma commentando la richiesta delle regioni di riorganizzare il tracciamento. “Una possibile alternativa potrebbe essere l’uso massiccio dei tamponi rapidi”.