Coronavirus, Burioni difende Conte: “Critiche ingiuste per la chiamata a Fedez e alla Ferragni, nel 1956 Elvis Presley si fece vaccinare in diretta tv”

Fedez racconta che lui e la moglie Chiara Ferragni hanno ricevuto una telefonata "inaspettata" da parte del presidente del Consiglio Giuseppe Conte

MeteoWeb

Anche i Ferragnez scendono in campo per promuovere l’uso della mascherina. In una story condivisa su Instagram è lo stesso Fedez a raccontare che lui e la moglie Chiara Ferragni hanno ricevuto una telefonata “inaspettata” da parte del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che gli ha chiesto di lanciare un messaggio importante, in particolare ai giovani, per spingerli a indossare la mascherina per cercare di contenere i contagi da Covid-19. “Ci è stato chiesto un aiuto sull’esortare soprattutto i giovani, quello che posso dire è che siamo in una situazione molto delicata, non possiamo permetterci un nuovo lockdown, il destino del Paese è nelle mani di ognuno di noi, quindi mi raccomando, basta un piccolo gesto: utilizzate la mascherina”.

“Trovo molto ingiuste le critiche al presidente del Consiglio Conte per il fatto di avere chiesto aiuto a Fedez e Chiara Ferragni, al fine di convincere la gente, e soprattutto i giovani, a portare la mascherina e a stare più attenti”, commenta il virologo Roberto Burioni su Facebook, in merito alle reazioni alla decisione di Conte di coinvolgere la coppia popolarissima su Instagram. “Nel 1956 la copertura vaccinale negli Usa contro la poliomielite balzò dallo 0,5% a oltre l’80%. Sapete quale fu uno dei motivi? Elvis Presley che si fece vaccinare in diretta televisiva, ricorda il virologo dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano.