Coronavirus, la Sicilia si accoda alle altre Regioni: negozi e palestre restano aperti, ecco cosa prevede la nuova ordinanza di Musumeci

Nello Musumeci ha firmato la nuova ordinanza sulle misure restrittive da adottare in Sicilia: al via domani il coprifuoco

MeteoWeb

Il Presidente della Regione Siciliana ha seguito i suoi colleghi prendendo provvedimenti importanti per limitare la diffusione del coronavirus. Nello Musumeci ha firmato poco fa la nuova ordinanza che prevede la limitazione degli spostamenti con ogni mezzo dalle 23 alle 5, tranne che per motivi di lavoro o di salute, situazioni di urgenza o necessità.

Il provvedimento entrerà in vigore domani e sarà valido fino al 13 novembre, per due settimane: “si tratta di azioni tarate sull’attuale andamento epidemiologico della Sicilia, dove non si registrano situazioni di particolare allarme sanitario, come in altre aree del Paese”, spiegano da Palazzo Orleans.

Da lunedì 26 saranno sospese le lezioni in presenza e partirà la didattica a distanza, mentre nei mezzi pubblici sarà ridotta al 50% la capacità dei posti. Negozi, outlet e centri commerciali resteranno aperti anche la domenica, ma fino alle 14. Edicole, tabaccherie e farmacie potranno mantenere gli stessi orari di chiusura.

Per quanto riguarda la ristorazione, questa sarà consentita dalle 5 alle 23 con un massimo di sei persone per tavolo. La consumazione al banco è ammessa dalle 5 alle 18.00. La ristorazione sarà consentita fino alle 24 solo per la consegna a domicilio.

Palestre, piscine, centri benessere e strutture termali potranno restare aperti dalle 8 alle 20.00, così come anche sale gioco e sale bingo, ma con una limitazione per i clienti del 50 % della capienza.

Aziende sanitarie provinciali, infinte, avvieranno campagne sulla diffusione dell’epidemia nel territorio regionale tramite progetti di tracciamento.