Mattarella: il Coronavirus “sarà sconfitto dalla ricerca”

Coronavirus, Mattarella: "Quest'anno la battaglia contro il cancro si inserisce nella difficile lotta contro un virus temibile"

MeteoWeb

Quest’anno la battaglia contro il cancro si inserisce nella difficile lotta contro un virus temibile e ancora scarsamente conosciuto, che porta morti, sofferenze e frena le nostre attività economiche e ci impone di limitare le nostre stesse relazioni“: lo ha dichiarato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo al Quirinale durante la cerimonia di celebrazione de “I Giorni della Ricerca”.
Il covid sarà sconfitto dalla ricerca di terapie, del vaccino. Dovremo aiutare la ricerca e aiutarci con l’efficienza dell’organizzazione sanitaria, della solidarietà“.
La ricerca “è un gioco di squadra e nella emergenza mondiale serve non competizione ma dialogo e scambio di informazioni e studi. Ora è tempo di collaborazioni e di alleanze globali, non di egoismi. Bisogna condividere le scoperte come si condivide la sofferenza“.

La pandemia da Covid “che oggi si è imposta come priorità nel mondo intero non deve farci arretrare sul fronte della lotta ai tumori, perciò celebrare al Quirinale questa volta ‘I giorni della ricerca’ serve a ricordarci che le altre patologie non sono in lockdown, il cancro continua a manifestarsi e troppe cure vengono rinviate a causa della pandemia rischiando ritardi irrecuperabili in diagnosi e terapie che non consentono pause o sospensioni“.
I medici impegnati contro i tumori recano il loro contributo di conoscenza e studio a chi si trova in prima linea contro l’epidemia da Covid“.