Nel nuovo Dpcm non solo misure restrittive, verso una quarantena piu? breve: 14 giorni sono troppi, inutili e dannosi al Paese

Ridurre il numero di giorni della quarantena "consente una gestione dell'epidemia più agevole in questo momento in cui i casi sono più di 4mila al giorno"

MeteoWeb

Riduzione della quarantena da 14 a 10 giorni. E’ questa una delle misure che potrebbero essere incluse nel nuovo Dpcm che sarà firmato tra lunedì e mercoledì. Ormai da settimane, la riduzione dei 14 giorni di quarantena era argomento di dibattito tra gli esperti e la politica. Risultano infatti essere eccessivi come numero di giorni. Tra le nuove misure, dunque, non vi sono solo “restrizioni” ma anche ‘aggiustamenti di tiro’ rispetto agli eccessi di zelo applicati negli ultimi mesi.Stiamo analizzando quello che ha fatto la Germania, che ha ridotto la quarantena per i soggetti sospetti da 14 a 10 giorni con un solo tampone negativo per autorizzare la fine della quarantena“, ha spiegato Walter Ricciardi, membro del comitato esecutivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e consulente del ministro della Salute. “È un’ipotesi che può essere presa in considerazione, deve essere valutata dal Cts e poi può essere deliberata“. Dal punto di vista “dell’evidenza scientifica perde qualcosa, ma consente una gestione dell’epidemia più agevole in questo momento in cui i casi sono più di 4mila al giorno”, ha precisato Ricciardi. La spinta, dunque, è verso un “modello Germania” che accompagni la nuova serie di restrizioni alla riduzione a 10 giorni della quarantena, sdoganando i test antigenici per medici di base Asl e forse privati convenzionati.

I contagi da coronavirus in Italia, allo stato attuale, continuano a salire. E per questo motivo il Governo si prepara al varo di nuove misure. Il comitato tecnico scientifico si riunirà oggi d’urgenza per definirle. Tra le ipotesi, uno stop agli sport di contatto come il calcetto, limiti a raduni, riti e feste anche in casa, più smart working e stretta sugli orari di apertura dei locali. Escluso, per ora, un nuovo lockdown. “Ci attendono mesi di resistenza, saranno decisivi i comportamenti“, sottolinea il ministro Speranza.