Gli tolgono il rene sano al posto di quello malato: “La mia vita non è più la stessa, il medico scoppiò a piangere per quanto accaduto”

L'anziano si è reso conto del madornale errore medico poco dopo essersi svegliato dall'intervento chirurgico e aver visto la ferita sul fianco sbagliato

MeteoWeb

Nel dicembre 2017, un grave errore medico ha cambiato per sempre la vita di Giuseppe Calabro’, 87enne ex insegnante: al Fatebenefratelli di Milano, gli hanno asportato il rene sinistro sano al posto di quello destro malato. “La mia vita non e’ piu’ la stessa, ho gia’ dovuto subire quattro interventi chirurgici dopo quel terribile giorno”, si è sfogato oggi in aula a Milano. Il processo a carico di due medici e’ iniziato circa un anno fa ma e’ stato rinviato per diversi mesi fino a oggi a causa dell’emergenza sanitaria.

L’anziano, che si trova in precarie condizioni di salute, si è recato appositamente a Milano da Reggio Calabria per testimoniare da parte civile nel processo. Calabro’, assistito dall’avvocato Fortunato Renato Russo, ha raccontato al giudice della quinta sezione penale di essersi reso conto del madornale errore medico poco dopo essersi svegliato dall’intervento chirurgico. “Ho visto che la ferita era sul fianco opposto rispetto a quello in cui sarei dovuto essere operato. Quando mio figlio ha chiesto spiegazioni al medico, lui e’ scoppiato a piangere dalla disperazione per quanto accaduto. L’udienza e’ stata rinviata al 3 dicembre per l’interrogatorio degli imputati. Le conclusioni delle parti, sono state fissate per il prossimo 21 dicembre e quel giorno potrebbe arrivare la sentenza.