Un ortaggio antichissimo è anche un eccezionale antibiotico naturale, e non è tutto: contrasta il diabete, abbassa colesterolo e pressione alta

Un ortaggio molto comune e noto è anche un potente antibiotico naturale: ottimo per contrastare il diabete, abbassa la pressione alta e il colesterolo

Un ottimo espettorante, antibatterico e antibiotico naturale, fonte di vitamine (gruppo B, necessarie per il corretto funzionamento del sistema nervoso e immunitario; C ed E, dal potere antiossidante), oltre che di minerali e fitonutrienti: le cipolle vantano una storia antichissima ma soprattutto proprietà che le rendono inestimabili per la nostra salute.
Le cipolle, tra le altre cose, possono abbassare il colesterolo e la pressione alta, migliorare la capacità dell’organismo di contrastare le infezioni, sono antimicotiche, antitumorali e antidiabetiche.

La cipolla, antibiotico naturale, vanta un’antichissima storia e mille virtù

CIPOLLA

La cipolla (Allium cepa), appartenente alla famiglia delle Liliacee, viene coltivata ormai in ogni parte del mondo e rappresenta uno degli aromi più apprezzati e utilizzati nelle cucine di tutto il mondo. Originaria dell’Asia Occidentale, ha una storia antichissima: sembra che negli insediamenti cananei dell’Età del Bronzo siano stati ritrovati, accanto a noccioli di fico e dattero, dei resti di cipolle.

Pare che cipolle e ravanelli facessero parte della dieta degli operai che costruirono le piramidi e che per gli Antichi Egizi fossero oggetto di culto, credendo che la forma sferica e gli anelli concentrici delle cipolle fossero simbolo di vita eterna. L’uso delle cipolle nelle sepolture è dimostrato dai resti di bulbi rinvenuti nelle orbite di Ramesse II.
Gli Egizi credevano che il forte aroma delle cipolle ridonasse respiro ai defunti.
Nell’Antica Grecia gli atleti mangiavano grandi quantità di cipolle poiché si credeva che esse alleggerissero il sangue, i gladiatori romani si strofinavano il corpo con le cipolle per rassodare i muscoli, mentre nel Medioevo rivestivano grande importanza come alimento, tanto da essere usate per pagare gli affitti o come doni. I medici prescrivevano le cipolle per alleviare il mal di testa, per curare i morsi di serpente e contro la perdita dei capelli.

Ottime fonti di vitamine (gruppo B, necessarie per il corretto funzionamento del sistema nervoso e immunitario; C ed E, dal potere antiossidante), oltre che di minerali e fitonutrienti, le cipolle sono ricche di quercetina che, tra le sue tante funzioni, combatte la bronchite cronica, abbassa il colesterolo, previene l’asma, allevia la febbre da fieno, migliora i casi di aterosclerosi, aumenta la rapidità dell’organismo di contrastare le infezioni.
La cipolla disintossica e, grazie ai flavonoidi, di cui è ricca, protegge il corpo dall’azione dannosa dei radicali liberi, prevenendo il cancro del colon e del retto.
Normalizza la flora intestinale, è diuretica, e pertanto altamente consigliata a chi soffre di insufficienza renale, gotta, calcoli renali, iperuricemia. Grazie al suo alto contenuto di acqua e fibre, alle sue poche calorie, al basso contenuto di grassi e zuccheri, è un elemento alleato di ogni dieta.

Ottimo espettorante, antibatterico e antibiotico naturale, il suo succo, specie se unito al miele, contrasta raffreddore, catarro, bronchite e altre affezioni respiratorie, riduce l’incidenza dei tumori dell’apparato digerente, ha potere fluidificante, pertanto facilita la circolazione sanguigna. Il succo, applicato sulle pelle, la disinfetta, la ammorbidisce, purificando la cute impura con foruncoli e acne.

Cipolla: proprietà nutrizionali, benefici e controindicazioni

CIPOLLA 3

Secondo un approfondimento pubblicato dall’Humanitas Research Hospital, ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di insegnamento universitario, 100 g di cipolla apportano circa 35 Calorie suddivise come segue:

  • 82% carboidrati
  • 15% proteine
  • 3% lipidi

In particolare, in 100 g di cipolla si trovano le seguenti proprietà:

  • 89,11 g di acqua
  • 1,10 g di proteine
  • 0,10 g di lipidi, fra cui: 0,042 mg di grassi saturi, 0,013 g di grassi monoinsaturi e 0,017 g di grassi polinsaturi
  • 9,34 g di carboidrati
  • 1,7 g di fibre
  • 7,4 mg di vitamina C
  • 0,123 mg di acido pantotenico
  • 0,116 mg di niacina
  • 0,046 mg di tiamina
  • 0,027 mg di riboflavina
  • 0,02 mg di vitamina E
  • 2 UI di vitamina A
  • 19 µg di folati
  • 146 mg di potassio
  • 29 mg di fosforo
  • 23 mg di calcio
  • 10 mg di magnesio
  • 4 mg di sodio
  • 0,21 mg di ferro
  • 0,17 mg di zinco
  • 0,129 mg di manganese
  • 0,039 mg di rame

La cipolla è fonte di beta-carotene, luteina/zeaxantina e allicina.

I principali potenziali benefici derivanti dal suo consumo, spiegano gli esperti Humanitas, “dipendono dall’apporto di composti che vengono convertiti in allicina, molecola in grado di ridurre la produzione di colesterolo nel fegato e dotata di proprietà antibatteriche, antivirali, antimicotiche, antitumorali e antidiabetiche. Sembra inoltre che l’allicina aiuti ad abbassare la pressione e a contrastare l’aggregazione delle piastrine e che eserciti un’azione fibrinolitica.

Ci sono controindicazioni?Le cipolle crude possono irritare pelle, mucose e occhi“.
Inoltre, la cipolla “potrebbe interferire con l’assunzione di aspirina, litio, antidiabetici, anticoagulanti, antiaggreganti e farmaci metabolizzati dal citocromo P450 2E1. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico“.

Come consumare la cipolla per beneficiare al meglio delle sue proprietà

Come consumare questo prezioso alimento per poterne godere i benefici? Affinché le proprietà e i benefici della cipolla restino invariati, è necessario che questa venga consumata cruda.

Un ottimo modo per farlo è quello di tagliarla a fette sottili, condirla con dell’ottimo olio extravergine di oliva, sale e limone.

Antibiotici antibatterici e naturali: come rafforzare il sistema immunitario in autunno?

SISTEMA IMMUNITARIO

Con l’arrivo dell’autunno, tra variazioni climatiche, di temperatura, umidità e pressione, è d’obbligo rafforzare il sistema immunitario, responsabile della nostra salute psico-fisica. In primis bisogna curare l’alimentazione al fine di garantire il giusto apporto di vitamine e minerali.
Occorre consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno (kiwi, agrumi, peperoni, pomodori, broccoli, cavolo e verza).
Tra i preziosi condimenti e le spezie da annoverare ricordiamo: aglio e cipolla, spezie come curry, paprica e peperoncino, utilizzando il limone per insaporire.

Importante l’assunzione di liquidi: oltre all’acqua, consumate infusi e tisane, ricche di vitamine e flavonoidi, brodi, zuppe; probiotici e prebiotici che equilibrano la flora intestinale (es. yogurt). Tenetevi lontani da fumo e alcol, riducete i livelli di stress attraverso il giusto riposo, praticando un hobby o un’attività sportiva, purché in modo intelligente ed equilibrato, senza eccessi. Consigliati yoga, meditazione, tai chi.

Tra i rimedi naturali ricordiamo qui l’echinacea, che incrementa l’attività delle cellule immunocompetenti ed ha inoltre proprietà batteriostatiche e antivirali; l’astragalo, ricco di saponine triterpeniche, flavonoidi, polisaccaridi, ammine e isoflavoni con proprietà immunostimolanti, immunomodulati, antinfiammatorie ed antivirali; l’eleuterococco, che vanta proprietà immunostimolanti, toniche e rivitalizzanti.

Ecco gli antibiotici naturali più efficaci da utilizzare in questo periodo

Un potente antibiotico naturale tiene a bada mal di gola, raffreddore e tosse: è ottimo anche per la glicemia e per abbassare il colesterolo

Un potente antibiotico naturale da non sottovalutare: è antibatterico, antivirale e abbassa anche la pressione alta


Si tenga presente che le informazioni presenti in questa pagina sono di natura generale e a scopo divulgativo e non sostituiscono in nessun caso il parere del medico, il primo punto di riferimento a cui ricorrere per avere informazioni, chiarimenti, e a cui affidarsi per consigli o esami.