Calabria zona rossa, continuano le proteste a Reggio Calabria: colluttazione con gli agenti, multe ai manifestanti in corteo [FOTO e VIDEO]

In serata, a Reggio Calabria un corteo di manifestanti ha portato avanti una protesta contro la decisione di dichiarare la regione "zona rossa"

  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
/
MeteoWeb

Nel giorno in cui la Calabria torna in lockdown, non si placano le proteste contro le misure ritenute eccessive per una regione in cui la diffusione del contagio è molto bassa. Se molti negozi, da Crotone a Reggio Calabria, sono rimasti aperti in segno di disobbedienza, proprio nel capoluogo reggino in serata è scoppiata una protesta portata avanti da un corteo di manifestanti (vedi foto della gallery scorrevole in alto e video in fondo all’articolo).

Il corteo composto da poche decine di persone è partito da Piazza De Nava per arrivare a Piazza Italia e durante la passeggiata non autorizzata sul Corso Garibaldi, si è fermato all’altezza della Chiesa di San Giorgio per parlare con i commercianti. Sul posto è intervenuta la Polizia che ha invitato i manifestanti ad interrompere la protesta. Il clima si è così un po’ surriscaldato con un manifestante che ha protestato. Sono intervenute numerose volanti che con molti agenti hanno dapprima bloccato il soggetto con l’intento di portarlo in Questura, ma dopo una discussione il tutto è regolarmente rientrato anche se alcuni manifestanti sono stati multati.

Proteste a Reggio Calabria contro la zona rossa, scontro tra polizia e manifestanti [VIDEO]

Calabria “zona rossa”, negozi aperti per protesta: “La Calabria è sana, i politici sono malati”

L’analisi dei 21 criteri alimenta i dubbi sulla Calabria “zona rossa”: indicatori lontani da criticità, il confronto con la Campania