Coronavirus, approvato il Dl Covid: dalle mascherine alle cartelle esattoriali, tutte le novità

Tutte le novità del nuovo Dl Covid approvato oggi alla Camera: dalle mascherine alle cartelle esattoriali, ecco cosa cambia

MeteoWeb

E’ stato approvato oggi alla Camera, con 252 voti favorevoli e 203 contrari, il decreto-legge 125/2020 in materia di proroga dello stato di emergenza per coronavirus. Tante le novità del nuovo Dl Covid:

MASCHERINE: aumentano le circostanze che prevedono l’obbligo di indossare le protezioni nei luoghi chiusi accessibili al pubblico ma in generale nei luoghi chiusi diversi dalle abitazioni private.

REGIONI: potranno essere introdotte misure derogatorie rispetto a quelle prevista a livello nazionale che potranno essere maggiormente restrittive oppure ampliative, ma in questo caso serve l’intesa col Ministero della Salute.

COMUNI – Differiti al 31 dicembre 2020 e al 31 gennaio 2021 alcuni termini per l’invio, da parte dei Comuni, delle delibere alle entrate tributarie. I sindaci dei Comuni piu’ piccoli, che spesso svolgono un’altra attivita’ lavorativa, potranno usufruire di permessi retribuiti.

FORZE DELL’ORDINE – Il personale delle Forze di polizia, Forze armate e Corpo dei vigili del fuoco potrà usufruire di accertamenti diagnostici relativi all’esposizione al rischio di contagio da Covid effettuati dal servizio sanitario di ciascun corpo.

CARTELLE ESATTORIALI – Inserita la proroga della scadenza al 31 dicembre 2020 della sospensione delle attivita’ di notifica di nuove cartelle di pagamento o del pagamento delle cartelle precedentemente inviate e degli atti dell’agente della riscossione. Viene prorogato al 31 dicembre anche il periodo durante il quale si decade dalla rateizzazione con il mancato pagamento di dieci rate anziche’ cinque.

ELEZIONI – Recepito il provvedimento con cui il Governo ha rinviato al 31 marzo 2021 le elezioni dei Comuni sciolti per infiltrazioni mafiose, gia’ indette per le date del 22 e 23 novembre, sia le elezioni per il rinnovo dei Presidenti delle Province e dei consigli provinciali, comprese quelle gia’ indette. Inoltre, solo per il 2020, in caso di rinnovo del consiglio del Comune capoluogo, il termine per procedere a nuove elezioni del consiglio metropolitano e’ fissato in 180 giorni dalla proclamazione del sindaco del Comune capoluogo.

MALTEMPO – Prorogato di altri dodici mesi, senza ulteriori oneri per le casse dello Stato, lo stato di emergenza relativo agli eventi metereologici di eccezionale portata, avvenuti a partire dal 2 ottobre 2018, che hanno colpito molte Regioni, cosi’ come e’ prorogata fino al 31 dicembre 2024 la durata delle relative contabilita’ speciali.

EMENDAMENTO ‘MEDIASET’ – Il decreto-legge interviene per dare tempestiva attuazione alla sentenza della Corte di giustizia del 3 settembre 2020, che si e’ pronunciata in merito a una serie di questioni pregiudiziali sollevate dal Tar Lazio in merito alla vicenda Mediaset-Vivendi. La norma prevede un regime transitorio di sei mesi, durante i quali, qualora un soggetto si trovi a operare contemporaneamente nei mercati delle comunicazioni elettroniche e nel Sic, l’autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni svolga un’istruttoria diretta a verificare la sussistenza di effetti distorsivi o di posizioni lesive del pluralismo.

IMMUNI – Si interviene nel sistema di allerta Covid-19 per rafforzare l’uso degli strumenti tecnologici comuni dell’Unione europea per contrastare l’epidemia. Si prevede l’interoperabilita’ dell’applicazione con le piattaforme che operano nel territorio dell’Unione.

PESCATORI LIBIA – Sospesi fino al 31 dicembre tutti i tributi e i contributi previdenziali e assistenziali a carico degli armatori delle imbarcazioni mazaresi sequestrate a 38 miglia dalle coste libiche. I versamenti potranno essere eseguiti a partire dal 10 gennaio 2021 nella misura massima del 70% di quanto dovuto.