Coronavirus, CEO di Pfizer ha venduto azioni nel giorno dell’annuncio del vaccino: ha guadagnato 5,6 milioni di dollari

Il CEO di Pfizer ha venduto 132.508 titoli azionari al prezzo di 41,94 dollari a Wall Street nello stesso giorno dell'annuncio sul vaccino anti-Covid

MeteoWeb

Nel giorno in cui Pfizer ha annunciato che il suo vaccino sviluppato con la società tedesca BioNTech è “efficace” al 90% contro il Covid-19, le sue azioni erano aumentate di oltre il 7%. Quello stesso giorno, ossia lunedì 9 novembre, il CEO Albert Bourla ha venduto per 5,6 milioni di dollari azioni della casa farmaceutica statunitense. Secondo un documento depositato presso le autorità borsistiche americane della Sec, Bourla ha venduto 132.508 titoli azionari al prezzo di 41,94 dollari a Wall Street, pari un valore di quasi 5,6 milioni di dollari. Anche il vice presidente della casa farmaceutica, Sally Susman, ha venduto lunedì per 1,8 milioni di dollari (43.662 titoli azionari).

vaccino coronavirusAlle domande su queste vendite di titoli, Pfizer non ha voluto rispondere. Secondo un portavoce citato sul sito della CNN, queste operazioni facevano comunque già parte di un piano di disinvestimento periodico messo in atto dal numero uno del gruppo quando il titolo raggiunge un certo prezzo. Queste cessioni a questo prezzo sarebbero state programmate nell’ambito della loro gestione finanziaria personale, da agosto 2019 per il CEO Albert Bourla e da novembre 2019 per il vice presidente.

Il gruppo ha difeso Bourla, che ha ancora 81.812 azioni Pfizer nel suo portafoglio. “La cessione di queste azioni fa parte della pianificazione finanziaria personale del dottor Bourla e di un piano prestabilito, che consente, in base alle regole della Sec, ai principali azionisti e ai dipendenti delle societa’ quotate in borsa di scambiare un numero predeterminato di azioni in un momento prestabilito”, ha detto Pfizer.