Coronavirus, la mammina del latte al plutonio risponde a De Luca: “riapra le scuole, i bambini sono privati del loro mondo. E’ un loro diritto”

La mamma del 'latte al plutonio' risponde al Governatore campano De Luca dopo le sue affermazioni riguardanti la chiusura delle scuole per coronavirus

MeteoWeb

Hanno intervistato una mamma che dice che sua figlia piange per andare a scuola. È l’unica in Italia che piange perché non può studiare endecasillabi, forse l’unica al mondo. La mamma le dà il latte al plutonio“, De Luca torna a far parlare di sè e lo fa con delle dichiarazioni che hanno fatto subito il giro dell’Italia, in risposta ad una mamma che gli chiedeva di riaprire le scuole chiuse per coronavirus.

Proprio quella mamma, derisa dal Governatore campano, Arianna Montesano, 37enne napoletana, ha voluto rispondere a De Luca: “Io spero che De Luca riveda le sue decisioni sulla chiusura, i bambini sono privati del loro mondo. Non vogliamo liberarci dei nostri figli e mandarli a scuola, ma non vogliamo privarli di un loro diritto. Io, poi, riesco a organizzarmi, ma molte mamme non riescono nemmeno a fare la Dad. Già in Campania c’è il più alto tasso di dispersione scolastica d’Italia, così si triplica“, ha dichiarato al Mattino.

Ma quale latte e plutonio? Basta sarcasmo, riapra le scuole. Sono io la ‘mammina’ del latte al plutonio, ma è una formula magica che terrò per me. Il presidente è stato informato male. Io ho parlato di un bambino, mio figlio Alessandro che frequenta la prima elementare. Non avevo, tra l’altro, nemmeno una mascherina fashion ma quella chirurgica. Forse ha detto così perché mi ha vista curata e non con la tuta e la pinza nei capelli, come nell’immaginario un po’ sessista si intendono le mammine. Se De Luca mi ha telefonato? No. Forse nella nota che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook è tornato sui suoi passi. Ma non deve chiedere scusa a me, bensì a tutte le mamme, anzi a tutti i genitori che vivono un momento drammatico e su cui fa del sarcasmo gratuito“.

Qualcuno ha interpretato una mia battuta come non rispettosa, non c’è nulla di più lontano dal mio pensiero“, ha intanto precisato De Luca su Facebook.