Coronavirus, de Magistris: “Un lockdown adesso sarebbe una sconfitta”

Coronavirus, il sindaco de Magistris sottolinea che "questo è il momento della coesione istituzionale"

MeteoWeb

Sono preoccupato sia per i contagi che aumentano, sia per le tensioni sociali. Ma arrivare adesso a un lockdown sarebbe una sconfitta“: lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un’intervista a Repubblica in cui sottolinea che “questo è il momento della coesione istituzionale. Perciò Beppe Sala e io abbiamo chiesto al governo di decidere insieme ai sindaci quali misure adottare“. “Ritengo che un provvedimento drastico come quello adottato a marzo possa essere evitato. Il contesto è diverso. Allora il nemico arrivava alle spalle, non avevamo neppure le mascherine. Ora possiamo considerare soluzioni diverse per aziende, cantieri, attività produttive, applicando misure molto rigide, senza il blocco totale. Ma a condizioni ben precise: se una mano toglie, l’altra deve dare. Il governo deve immettere subito liquidità e consentire ai sindaci di assumersi le loro responsabilità intervenendo per aiutare chi è stremato dalla crisi“.