Coronavirus: la dieta mediterranea a 10 anni della tutela Unesco

La dieta mediterranea è infatti molto di più che il solo cibo ma un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni

MeteoWeb

Mobilitazione degli agricoltori italiani nell’anniversario dei 10 anni dell’iscrizione della dieta mediterranea nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità da parte dell’UNESCO avvenuta proprio a metà novembre del 2010. Secondo quanto riportato nella decisione del Comitato di valutazione la dieta mediterranea è infatti molto di più che il solo cibo ma un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola che promuove l’interazione sociale, che è profondamente cambiata nel tempo del Covid.

L’appuntamento è a partire dalle ore 9,00 di domani sabato 14 novembre con iniziative nel weekend in molti agriturismi e nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica (su www.campagnamica.it l’elenco) a partire dalla Capitale nel mercato al Circo Massimo in via San Teodoro 74 a Roma insieme al nutrizionista, al tutor della spesa, agli agrichef e ai produttori delle specialità alimentari il cui valore culturale e salutistico è stato riconosciuto a livello internazionale.

Degustazioni guidate, lezioni di preparazione fai da te delle conserve e della pasta fatta in casa con gli agrichef, i cuochi contadini, che sveleranno i segreti dei prodotti simbolo della dieta mediterranea con dimostrazioni pratiche armati di matterello e vasetti particolarmente utili con le limitazioni che costringono a rimanere a casa per la pandemia.

Nell’occasione sarà divulgato anche il Dossier Coldiretti sulla Dieta Mediterranea nel tempo del Covid.