Coronavirus, l’Olanda stringe il lockdown: “State a casa”

In Olanda intensificato il lockdown al fine di contenere la seconda ondata di Coronavirus che sta investendo l'intera Europa

MeteoWeb

Il governo olandese ha intensificato il lockdown parziale in vigore nel Paese, per tentare di rallentare la diffusione del coronavirus Sars-CoV-2, ordinando la chiusura delle attività culturali e di svago ed esortando i cittadini a ridurre gli spostamenti. “State a casa il più possibile”, ha detto all’Aja il primo ministro Mark Rutte.

“Non andate a fare shopping per passare il tempo“. Tre settimane dopo la chiusura di ristoranti e bar, il provvedimento è stato allargato a musei, teatri, piscine, parchi divertimenti e zoo. In più, il governo ha esortato i cittadini ad astenersi dal viaggiare all’estero fino a metà gennaio. Non più di due persone possono incontrarsi in pubblico in Olanda secondo le nuove regole, più severe, in calo rispetto al precedente limite di quattro.

A casa, è vietato alle persone ricevere più di due ospiti al giorno. Le misure più rigide rimarranno in vigore almeno per due settimane. Rutte ha sottolineato che sono stati fatti dei progressi nell’abbattere la curva dei contagi. “Ma di certo non basta”, ha aggiunto. Oggi il numero dei nuovi contagi è sceso sotto la soglia degli 8mila per la prima volta da quasi tre settimane. L’aumento giornaliero è stato di 7.776, secondo l’istituto sanitario pubblico Rivm, 259 in meno del giorno precedente. Tuttavia, gli ospedali olandesi sono ancora sottoposti a intense pressioni, con il numero dei pazienti in terapia intensiva che è salito in modo marcato, secondo le autorità. Alcuni ospedali hanno già dovuto rifiutare di accogliere nuovi pazienti.