Coronavirus, Massimo Galli: “Il 70% degli italiani vaccinati non farà un’immunità di gregge”

Secondo Galli, i fattori dell'arrivo del vaccino in Italia "possono essere indipendenti dalla volontà degli italiani, del Governo e delle Regioni. L'imperdonabile è non essere preparati alla bisogna"

MeteoWeb

“L’impressione è che forse vaccinare il 70% degli italiani non basterà per avere una vera, effettiva, immunità di gregge”. A dirlo è Massimo Galli, direttore del reparto di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano a “L’Aria di domenica”, su La7, parlando del vaccino anti-Covid. Secondo un sondaggio presentato nel corso della trasmissione, il 34% degli italiani sarebbe contrario a vaccinarsi. Secondo Galli, i fattori dell’arrivo del vaccino in Italia “possono essere indipendenti dalla volontà degli italiani, del Governo e delle Regioni. L’imperdonabile è non essere preparati alla bisogna”.

“Vediamo di avere delle conferme reali. È veramente difficile pensare che il virus sia così vecchio. Se lo fosse, bisogna chiedersi perché non ha creato molto prima focolai. Che si parli di questo virus in termini di così forte anticipazione uno la domanda se la pone. A Milano si dice più piano, più adagio”.