Coronavirus, Lombardia e Piemonte arancioni: Calabria resta zona rossa, cosa potrebbe cambiare dalla prossima settimana

Importanti novità in vista: cambiano i colori di alcune Regioni dalla prossima settimana, per altre invece la situazione rimane stabile

MeteoWeb

Si avvicina sempre più un nuovo cambiamento di colore nella mappa italiana del rischio, nata una ventina di giorni fa ormai per contrastare il coronavirus. A seguito del report del Ministero della Salute di venerdì, quindi, dovrebbe emergere un rallentamento del contagio e di conseguenza alcune Regioni potrebbero vedere migliorare la loro classificazione, vedendosi assegnare un colore più ‘soft’, con misure restrittive meno pesanti.

Cosa cambia?

Lombardia e Piemonte, classificate zona rossa nel Dpcm del 3 novembre, dovrebbero passare a zona arancione dalla prossima settimana. L’Rt nella zona di Milano e Lodi è sceso sotto l’1, mentre in Piemonte è sceso dal 2.16 all’1.1: dati incoraggiati che fanno ben sperare.

Sembra invece che non cambierà la situazione per Calabria e Valle d’Aosta, destinate a restare zone rosse: la regione alpina non è riuscita a diminuire la pressione sulle terapie intensive, mentre per la Calabria è fatale un tracciamento completamente saltato.

Non è ancora certo cosa accadrà invece a Puglia, Sicilia e Basilicata:  tutte e tre attualmente arancioni, potrebbero passare la prossima settimana rosse.

Per quanto riguarda Toscana e Campania, invece, sembra improbabile che qualcosa possa cambiare: entrambe le regioni sono diventate zona rossa da poco tempo e quindi almeno fino al 3 dicembre resteranno tali.