Coronavirus, runner cade in un dirupo e muove: l’amico chiama i soccorsi e viene multato per violazione del Dpcm

Multato dopo la morte dell'amico perchè avevano violato le norme del nuovo Dpcm anti-coronavirus

MeteoWeb

Il nuovo Dpcm per coronavirus parla chiaro: è possibile praticare attività sportiva all’aperto, purchè si mantenga la distanza di almeno due metri. Ma sembra che non in tutti i posti sia così: la norma è attiva nelle zone rosse, arancioni e gialle e le multe fioccano, anche in situazioni tragiche.

Quello che è accaduto in provincia di Sondro ha dell’incredibile: Simone Massetti, runner 34enne, è morto dopo essere caduto in un dirupo mentre faceva attività sportiva nelle montagne della Valmalenco insieme ad un amico. Quest’ultimo ha chiamato i soccorsi e con l’arrivo dei carabinieri è arrivata anche una multa di ben 400 euro per non aver rispettato le norme del Dpcm. I due runner sono ‘colpevoli’ di aver varcato i confini comunali violando la zona rossa che vige in Lombardia.