Coronavirus, igienizzante mani: gli errori più comuni da non commettere

Gli errori più comuni da non commettere con l'uso dell'igienizzante mani durante l'emergenza coronavirus

MeteoWeb

L’emergenza coronavirus ha costretto la popolazione di tutto il mondo ad adattarsi a delle nuove reegole, che ormai fanno parte della quotidianità di tutti noi. Mascherina, distanziamento sociale e mani sempre pulite. Per questo motivo non può mancare in borsa un igienizzante per le mani, perchè non sempre è possibile poterle lavare con acqua corrente e sapone.

Ma bisogna fare particolare attenzione all’uso dell’igienizzante, alla sua conservazione e a qualche altro dettaglio: altrimenti il suo utilizzo potrebbe essere del tutto inutile.

HuffPost USA ha pubblicato la lista degli errori da evitare con l’igienizzante mani:

  • sbagliare prodotto: ebbene sì, capita spesso. Bisogna fare attenzione quando si sceglie l’igienizzante per le mani: gli esperti, infatti, consigliano quelli che contengono almeno il 60% di alcol etilico o il 70% di isopropilico.
  • non strofinare a lungo le mani: gli esperti consigliano infatti una pulizia accurata come se stessimo lavando le mani nel lavandino. Servono almeno 20 secondi di pulizia e una buona quantità di prodotto.
  • non distribuiamo il prodotto per bene su tutta la superficie delle mani: bisogna infatti fare molta attenzione e pulire a fondo tutta la mano.
  • sbagliare a conservare il prodotto: bisogna evitare posti troppo caldi, come ad esempio a macchina esposta al sole. Il troppo calore potrebbe far perdere efficacia all’igienizzante e disattivarne le proprietà.
  • non ‘azzeccare’ i momenti giusti in cui igienizzarsi: bisogna farlo molto spesso e soprattutto sempre prima di mangiare
  • non avvicinarsi alle fiamme subito dopo l’utilizzo: gli igienizzanti sono prodotti a base di alcol, quindi si consiglia di farlo evaporare bene prima di maneggiare prodotti infiammabili o di avvicinarsi a candele e fiamme.
  • non usare l’igienizzante su mani eccessivamente sporche o grasse: l’igienizzante per agire deve arrivare a contatto con la pelle. Prima di usarlo, quindi, è bene rimuovere il più possibile lo sporco, anche con un fazzoletto, per far sì che il prodotto sia efficace.
  • fare asciugare bene l’igienizzante: in tanti tendono a passare un fazzoletto o salviette sulle mani subito dopo aver passato l’igienizzante. Questa azione, però, non fa agire a fondo il prodotto che non ha il tempo necessario per entrare in contatto con la pelle e rimuovere i patogeni.
  • evitare l’igienizzante fatto in casa: il caos iniziale ormai è passato, gli igienizzanti non sono più introvabili, quindi è meglio optare per un prodotto comprato anzichè uno artigianale, perchè anche una dose sbagliata nella formula potrebbe rendere inutile il prodotto.
  • sanificare tutti gli oggetti più utilizzati: smartphone, pc, borse, gli oggetti più usati quotidianamente, e che portiamo con noi in diversi luoghi, devono essere igienizzati spesso, così come le nostre mani, in modo da eliminare eventuali batteri
  • controllare la data di scadenza: non tutti lo fanno, ma è importantissimo tenere sempre sotto controllo la scadenza del nostro igienizzante, che potrebbe essere nella borsa da troppo tempo e potrebbe aver perso la sua efficacia.