Scoperta in Myanmar una nuova specie di scimmia chiamata “Popa Langur”

Una nuova specie di scimmia, forte solo di poche centinaia di esemplari, è stata scoperta in Myanmar

MeteoWeb

Scoperta in Myanmar una nuova specie di scimmia della quale ne esistono solo poche centinaia di esemplari. La ricerca è a opera dei ricercatori del German Primate Center (DPZ) e della ONG Fauna and Flora International (FFI). Gli studiosi hanno identificato il piccolo primate chiamato Popa Langur, il cui corpo misura tra i 50 e i 60 centimetri.

Si tratta di una specie di “langur” (Trachypithecus, il suo nome scientifico), una scimmia endemica del subcontinente indiano e del sud-est asiatico, il cui nome è legato al Monte Popa, un sito sacro costruito su un antico vulcano nel Myanmar centrale. È qui che si trova il gruppo più importante della specie, che è di circa un centinaio di individui. Sono stati individuati altri tre gruppi di “Trachypithecus popa”, sempre nel Myanmar centrale, per un totale compreso tra 200 e 250 individui.

“Appena identificato, il Popa langur è già minacciato di estinzione”, ha avvertito Frank Momberg, uno dei ricercatori della FFI, citato in un comunicato di cui riferiscce l’Afp. La specificità di questa nuova specie è stata attestata in particolare confrontando il DNA prelevato dagli escrementi di diverse popolazioni di Trachypithecus, selvatiche o in cattività, ed esemplari storici conservati nei musei britannici, tedeschi, americani e di Singapore.