Scuola, Azzolina: “Ritorno in presenza graduale, test rapidi e orari scaglionati. Riaprire non ha significato l’esplosione della pandemia”

"Credo che la scuola sia molto bene organizzata e abbia regole ferree. Dopo le vacanze di Natale, credo che ci possa essere un ritorno graduale degli studenti nelle scuole”

MeteoWeb

Credo ci debba essere un ritorno graduale degli studenti. Anche sulla base del colore regionale e va programmato. Bisogna programmare bene: con i Test rapidi (e il commissario Arcuri ne ha acquistati tantissimi) e trasporti. Siamo disponibili a scaglionare ulteriormente gli orari di ingresso. Abbiamo chiesto un programma territorio per territorio“. Così il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, a Cartabianca su Rai 3.

Questa estate io e la comunità scolastica lavoravamo per la riapertura in sicurezza mentre qualcun altro si divertiva un po’ di più”. “Riaprire le scuole ai bambini non ha significato l’esplosione della pandemia. Le scuole sono aperte, ma non per tutti i gradi d’istruzione. Noi dobbiamo agire con molta prudenza, come il governo ha sempre fatto. E’ evidente che dobbiamo osservare bene la curva. Dopodiché credo che la scuola sia molto bene organizzata e abbia regole ferree. Dopo le vacanze di Natale io credo che ci possa essere un ritorno graduale degli studenti nelle scuole”, ha concluso.