Vaccinazione in farmacia: 6 farmacisti su 10 favorevoli e pronti alla somministrazione

Il 66,4% dei farmacisti sarebbe favorevole in particolare per la vaccinazione antinfluenzale (99%) e per la futura vaccinazione anti Covid-19 (77,4%)

MeteoWeb

Sulla eventualità di introdurre anche in Italia, come già avviene in altri Paesi europei, la possibilità di effettuare in farmacia vaccinazioni e test sierologici, il 66,4% dei farmacisti sarebbe favorevole in particolare per la vaccinazione antinfluenzale (99%) e per la futura vaccinazione anti Covid-19 (77,4%). E’ quanto emerge dai dati del “III Rapporto annuale sulla farmacia” di Cittadinanzattiva in collaborazione con Federfarma e con il contributo incondizionato di Teva. Il 66,2% delle farmacie si dichiara, inoltre, disponibile anche allo svolgimento di test sierologici per il Covid-19.

Dal canto loro, i cittadini si mostrano favorevoli (nel 63% dei casi) alla possibilità di vaccinarsi in farmacia oltre che di svolgere test sierologici (opzione che raccoglie ben il 77,6% di pareri positivi).