Allerta Meteo, maltempo invernale nel giorno di Santo Stefano al Centro/Sud: piogge, temporali e neve a bassa quota

Allerta Meteo, irruzione fredda dal Baltico al Mediterraneo centrale con ciclogenesi sul mar Tirreno. Ecco le are colpite da piogge e neve fino alla mezzanotte

MeteoWeb

L’annunciato nucleo di aria fredda baltica ha fatto ingresso, nel corso della giornata di ieri, Natale, sull’Italia apportando piogge diffuse al Nord e anche nevicate fino a bassa quota sull’Emilia-Romagna, piogge più irregolari al Centro Sud. Nel corso della giornata odierna, sabato di Santo Stefano, il nucleo avanzerà via via verso Sud, ponendo il suo fulcro tra le regioni centrali e il Tirreno e attivando una doppia azione perturbata, una fredda da Est verso il medio Adriatico, l’altra meno fredda da Ovest/Sudovest verso il medio-basso Tirreno e le regioni meridionali.  In queste ore mattutine, molte nubi e piogge stanno riguardando la Campania centro-settentrionale e il Nord della Puglia. Piogge anche sulle coste adriatiche un po’ tutte, e attenzione qui anche alle nevicate che stanno raggiungendo le basse quote, fino a 200/300 metri, in particolare sul Riminese, rilievi appenninici della provincia Forlì-Cesena, 3/500 metri sulle estreme aree orientali della Toscana, nevicate a quote collinari sulle Marche, a 1.000 metri in Abruzzo e su Appennino centrale in genere. Da segnalare piogge irregolari anche sulla Sardegna, anche qui con locali nevicate intorno ai 600/700 metri sui rilievi interni. Tempo generalmente asciutto e ampiamente soleggiato sul resto del Nord.

Per il corso della giornata e fino alla mezzanotte prossima, l’instabilità più accesa riguarderà il medio Adriatico e ancora diffusamente le regioni meridionali. In particolare, i nuclei perturbati più intensi sono attesi verso l’Abruzzo, le Marche meridionali, localmente i settori orientali laziali e poi ancora su Ovest e Sud Campania, sulla Calabria tirrenica settentrionale, essenzialmente sul Cosentino, su buona parte della Lucania e sulla Puglia, soprattutto centrale. Su tutte queste aree sono previste piogge e temporali spesso anche moderati o forti, ma soprattutto attenzione alle nevicate che riguarderanno in maniera abbondante gran parte delle aree interne dell’Abruzzo, delle Marche meridionali e dell’Est Lazio. Le nevicate sono previste in particolare tra le aree interne del Maceratese, quelle orientali del Perugino, sul Teramano occidentale, sul Centro Est Reatino, sull’Est Romano, Est Frusinate, su tutta la provincia dell’Aquila, anche sull’Ovest Pescarese e Ovest Chietino, fino al Nord Isernino. La quota neve inizialmente sarà intorno ai 600/900 m o anche più in alto su Centro Sud Abruzzo, sull’Isernino e sul Frusinate, ma via via in serata a quote più basse, fino a 300/400 m su Nord Abruzzo e Sud Marche, 5/700 metri altrove. Al Sud, neve a quote più alte, mediamente intorno ai 1000/1400 m. Attesi accumuli importanti intorno ai 1000 metri su Abruzzo, Marche e aree orientali del Frusinate, fino al Nord Isernino, mediamente sui 10/15/20 cm, ma diffusamente 30 cm in Abruzzo e, a quote più alte, fino anche a mezzo metro entro la mezzanotte. Diversi centimetri anche in collina su queste medesime aree. Addensamenti pomeridiani e serali anche sull’Est/Nordest della Sardegna, con locali piogge e nevicate ancora intorno ai 6/700 metri, e ancora deboli fenomeni sparsi sul Sudest della Toscana, ma qui in progressivo miglioramento entro sera. Tempo meno instabile sui settori ionici, continuerà il tempo stabile e soleggiato per tutto il pomeriggio a Nord e cieli in prevalenza sereni anche in serata. Venti moderati o forti da Nordest sul medio-alto Adriatico, Centro Nord Appennino, ma al Centro un po’ tutto, e sul medio-alto Tirreno; venti moderati o forti da Nord/Nordovest sui mari e canali delle isole maggiori. Temperature in calo ovunque, in maniera più significativa al Centro Nord e sulla Sardegna.

Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta: